/ Scuola e formazione

Scuola e formazione | 30 luglio 2019, 13:05

Stop al pasto da casa, la Cassazione ribalta la sentenza: si potrà mangiare solo in mensa

L'assessore Di Martino: L’Amministrazione procederà a supportare le famiglie e le scuole nelle prossime delicate fasi organizzative"

Stop al pasto da casa, la Cassazione ribalta la sentenza: si potrà mangiare solo in mensa

Colpo di scena nel caso mensa-pasto da casa. La Corte di Cassazione ha annullato la sentenza della Corte di Appello di Torino che aveva aperto alla possibilità di portare il panino da casa in mensa: da settembre torna quindi "l'obbligo" di mangiare nella parte adibita alla refezione.

“Alla luce del nuovo pronunciamento delle Sezioni Unite” dichiara l’assessora all’istruzione Antonietta Di Martino - l’Amministrazione procederà a supportare le famiglie e le scuole nelle prossime delicate fasi organizzative che conseguono al suddetto pronunciamento”. Attualmente infatti, diverse famiglie non si sono iscritte al servizio mensa. Per questo motivo, l'amministrazione garantirà loro la possibilità di farlo in un secondo momento.

La sentenza è stata depositata in data odierna. La Corte di Cassazione, in pratica, ha sancito che il diritto soggettivo perfetto e incondizionato all'autorefezione individuale nell'orario della mensa e nei locali sclastici, non è configurabile. Stop quindi al "panino da casa" per gli alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado: a poco più di un mese dall'inizio dell'anno scolastico, torna tutto come prima.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium