Politica - 31 luglio 2019, 18:00

Il Suk spacca il Consiglio Regionale, la minoranza: "La destra gioca a fare Salvini"

Domani prevista una seduta, fissata all'ultimo minuto, che ha come primo punto un ordine del giorno sul mercato di Libero Scambio

Il Suk spacca il Consiglio Regionale, la minoranza: "La destra gioca a fare Salvini"

Consiglio regionale convocato urgentemente senza reali urgenze. E’ questa l’accusa del centrosinistra al Presidente di Palazzo Lascaris Stefano Allasia, che all’ultimo minuto ha fissato per giovedì una nuova seduta. Una proposta anomala, perché il Consiglio regionale deve essere convocato con tre giorni di anticipo.

Primo punto in discussione domani l’ordine del giorno del capogruppo regionale di FdI Maurizio Marrone che chiede lo stop del suk, insieme a quello del capogruppo regionale di Luv Marco Grimaldi in difesa del mercato di Libero Scambio. L’esponente del partito della Meloni aveva iniziato ad illustrare l’atto martedì sera, ma il voto dell’atto era stato rinviato, tra le polemiche della minoranza e maggioranza.

A inizio mandato – lamentano i capigruppo del Pd Domenico Ravetti, di Luv Marco Grimaldi, di Lista Monviso Mario Giaccone e Moderati Silvio Magliano - il Presidente Cirio ha promesso rispetto e collaborazione a tutto il Consiglio, ma per ora queste intenzioni restano solo dichiarate”. “Ci tocca ricordare – continuano - che le minoranze devono essere messe nelle condizioni di esercitare il loro diritto a fare opposizione con ogni strumento legittimo: finora, purtroppo, abbiamo visto solo un gruppo di imitatori di Salvini che passano il tempo ad appendere striscioni sulle facciate dei palazzi, dare in escandescenza e battere i pugni, rivendicando il non rispetto del regolamento per finalità politiche”. 

Il capogruppo del Pd Domenico Ravetti definisce l’approccio della maggioranza “muscolare”, invitandola a desistere. “Vogliamo discutere -continua l’esponente dem - del futuro del Piemonte, con provvedimenti che superino le vaghe intenzioni”.  Un invito al centrodestra ad abbassare i toni anche dal capogruppo di Luv Marco Grimaldi.

Preoccupata anche dall’atteggiamento della giunta di centrodestra, in particolare di quegli “aspetti che possono imbavagliare le posizioni dell’opposizione”, la capogruppo del M5S Francesca Frediani. Sulla convocazione del Consiglio Regionale domani, l’esponente pentastellata commenta “c’è stata una lunga discussione in capigruppo e siamo arrivati all’accodo di discutere domani l’atto, pur consapevoli dell’assenza dei criteri di necessità e urgenza”.

Per il capogruppo dei Moderati Silvio Maglianofissare un consiglio regionale d’urgenza per un atto di questo tipo, che abolisce il suk, ma non dice come verrà gestita la situazione dopo, mi sembra una forzatura”. “Se quel documento passa, – continua – mi chiedo come farà l’assessore Ricca a gestire questo fenomeno, che avrà ripercussioni sulla sicurezza: il rischio è di avere venti mini-suk sparsi sul territorio”.

A ringraziare Allasia e per la convocazione del consiglio è il capogruppo dei FdI Maurizio Marrone, che dice “i colleghi del centrodestra hanno fatto propria la nostra urgenza sul suk”.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

SU