/ Cronaca

Cronaca | 10 agosto 2019, 13:10

Aggredito da due finti addetti dell'Enel: consigliere della Circoscrizione 4 finisce in ospedale

Due ventenni si sono presentati alla porta di Stefano Leone, ma al suo rifiuto di mostrare loro il contatore del gas lo hanno picchiato selvaggiamente

Aggredito da due finti addetti dell'Enel: consigliere della Circoscrizione 4 finisce in ospedale

"Mercoledì scorso ero comodamente sdraiato sul divano di casa quando a un certo punto sento suonare il campanello della porta, guardo dallo spioncino e noto due soggetti con delle cartelline tra le mani, decido quindi di aprire la porta...". Comincia così, sulla sua pagina Facebook, il racconto di Stefano Leone, consigliere della Circoscrizione 4, aggredito da due "finti" addetti dell'Enel.

"I due soggetti - racconta - a un primo momento si sono presentati come addetti dell'Enel che dovevano controllare il contatore, ma io li ho mandati dicendo di non voler nulla. Uno dei due però mi ha impedito di chiudere la porta bloccandola con un piede. Sono allora stato costretto a uscire rimanendo con loro sulle scale".

"Proprio allora - conclude Leone - è iniziata la colluttazione, che una volta arrivati nell'androne del palazzo a suon di spintoni, si è trasformata in aggressione. Uno mi ha colpito da davanti con un pugno, l'altro da dietro sulla nuca".

Leone è stato ricoverato in ospedale con una prognosi di 21 giorni, gesso alla mano destra, collare, trauma alla testa , ematomi al volto. I due aggressori sono riusciti a fuggire dileguandosi nelle vie del quartiere.

Daniele Angi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium