Cronaca - 12 agosto 2019, 17:07

Il maltempo colpisce Chieri e Carmagnola: tetti scoperchiati e alberi caduti, in azione numerose squadre di Vigili del Fuoco (VIDEO)

La situazione più grave a Carmagnola, dove 6 squadre dei pompieri sono in azione, a seguito di una violenta tromba d’aria. Dalla serata atteso miglioramento delle condizioni meteo

Il maltempo colpisce Chieri e Carmagnola: tetti scoperchiati e alberi caduti, in azione numerose squadre di Vigili del Fuoco (VIDEO)

Il maltempo è tornato a calpire nel pomeriggio di oggi, lunedì 12 agosto, la provincia di Torino. Come ieri è stata colpita Chieri, anche se la situazione più difficile si registra a Carmagnola, a seguito di una violenta tromba d’acqua, con un nubifragio che sta causando danni e disagi.

Sul posto stanno intervenendo 6 squadre dei Vigili del Fuoco, sommersi dalle richieste di aiuto a seguito delle segnalazioni di tetti scoperchiati, tegole pericolanti e lamierie in pericolo di caduta, oltre a cantine allagate. Ma, soprattutto, per la segnalazione di alberi caduti su strada, alcuni dei quali sono finiti sulle auto in sosta, con conseguenze visibili come dimostra il video allegato a questo pezzo, tratto dalla pagina Facebook del Gruppo Pubblico di Carmagnola.

Sopraggiunta su Chieri, la cella temporalesca ha raggiunto la massima intensità, con grandine, fulmini, rovesci violenti e forti raffiche di vento associate alle correnti discendenti fredde associate al temporale. La stazione di Pino Torinese ha registrato una raffica di 47,5 km/h al passaggio del temporale.

D'altra parte, il Bollettino di Allerta Meteoidrologica, per la zona di Carmagnola, emesso in data odierna dall'ARPA, prevedeva un livello di allerta GIALLA per forti temporali, con locali allagamenti, grandinate, fulminazioni ed isolati fenomeni di versante. "La fase di attuazione prevista dal Piano d'Emergenza per il Sistema di Protezione Civile comunale è di ATTENZIONE", recitava il comunicato che campeggiava sull'home page del sito di Carmagnola, che invitava i cittadini ad "evitare di sostare all'aperto in prossimità di aree depresse, di grossi alberi e di strutture provvisorie, e prestare la massima attenzione lungo la rete viaria (per la possibile caduta di rami o alberi) e - soprattutto - nell'attraversamento dei sottopassi".

Anche a Chieri si segnalano problemi per il maltempo, con strade invase dall’acqua e disagi, anche se qui la situazione pare meno grave rispetto a ieri, con due squadre dei pompieri impegnate, più alcuni supporti. Non si segnalano, invece, situazioni di particolare disagio a Torino e nelle città della zona sud della prima cintura.

Intanto, dopo il disastroso nubifragio della giornata di domenica, il sindaco di Chieri Alessandro Sicchiero è pronto a chiedere alla Regione Piemonte lo stato di emergenza per il suo Comune. Intanto, dalla serata è attesa l’attenuazione dei fenomeni con esaurimento nel corso della notte.

Permane comunque l’allerta gialla sulla maggior parte del territorio regionale.

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:

SU