Eventi - 14 agosto 2019, 14:42

Musica "di strada" a Bardonecchia per festeggiare Ferragosto, prima delle fontane danzanti

In via Medail si esibiranno, a partire dalle 17, Bellato acoustic combo, Accordi Disaccordi e Bandakadabra

Musica "di strada" a Bardonecchia per festeggiare Ferragosto, prima delle fontane danzanti

Il Ferragosto a Bardonecchia è all’insegna della musica. A partire dalle 17, via Medail accoglierà le sonorità latine, swing e jazz di tre band per una grande festa gratuita aperta a tutti i cittadini.

Ad aprire le “danze” sarà il Claudio Bellato acoustic combo, gruppo con il repertorio della tradizione mediterranea, con le sue contaminazioni arabe e spagnole, dal Latin Jazz alla musica latina. La band propone sia brani originali composti da Bellato sia rivisitazioni personali di pezzi firmati da autori importanti come Chick Corea, Astor Piazzolla, Luiz Bonfà.

Il quartetto, completato da Antonio Di Salvo alle chitarre, Luciano Corona al basso e Maurizio Pettignani alle percussioni, si caratterizza per una qualità stilistica ben precisa e originale, anche frutto della creatività che contraddistingue tutta la sua produzione. Il virtuosismo delle chitarre soliste, il basso come ritmo pulsante, i colori delle percussioni e le invenzioni sonore rendono le esibizioni del Claudio Bellato Acoustic Combo particolarmente coinvolgenti, proponendo tradizioni e culture antiche attualizzate e rivisitate, fruibili da un pubblico non necessariamente costituito da esperti. Al repertorio si aggiungono brani del cantautore Paolo Conte e Renato Carosone eseguiti in versione acustica.

A seguire il trio italiano Accordi Disaccordi, molto conosciuto nel panorama swing nazionale e internazionale, con oltre 1.000 concerti all’attivo in tutta Europa in soli sette anni di vita. La band, che può vantare partecipazioni ai più conosciuti festival europei e numerose tappe nei principali Jazz Club delle città visitate, è composta dai due fondatoriAlessandro Di Virgilio e Dario Berlucchi alle chitarre e da Dario Scopesi al contrabbasso. Il loro repertorio è composto da brani originali le cui sonorità combinano, secondo un personalissimo stile, le più disparate influenze jazz, swing, blues e della musica tradizionale, con originali sonorità acustiche e dal gusto cinematografico, mantenendo un’iniziale matrice stilistica gipsy jazz, chiaramente influenzata dalle sonorità del celebre chitarrista Django Reinhardt. Allo stesso modo vengono scritti numerosi inediti e riarrangiamenti di alcuni brani più moderni, secondo una personalissima interpretazione che loro stessi amano definire “hot Italian swing”.

A chiudere i festeggiamenti musicali, prima dello spettacolo delle fontane danzanti in piazza Statuto, in programma alle 21.30, sarà il ritmo irresistibile della Bandakadabra, la matta fanfara urbana capitanata da Gipo di Napoli. Sette fiati, due percussioni, swing, rocksteady, latin, balkan: la Bandakadabra è una vera e propria orchestra da passeggio che propone spettacoli in cui la musica si fonde con una forte componente comica e teatrale, capace di coinvolgere qualsiasi tipo di pubblico. Nata a Torino, la Bandakadabra ha saputo compiere negli anni un percorso artistico che l'ha portata a esplorare stili musicali diversi, cercando sempre di proporre arrangiamenti originali e imprevedibili. Il risultato finale è un repertorio estremamente vario che ammicca ora allo swing delle Big Band anni Trenta,ora alle fanfare balcaniche, con frequenti incursioni nel rocksteady e nello ska. Lo spirito dello spettacolo è sempre irriverente, perché il tratto principale della Banda rimane la sua capacità di coinvolgere il pubblico in un dialogo continuo che si ispira all'arte di strada, fatto di sketch comici, improvvisazioni teatrali e balli sfrenati. L'immaginario è stralunato e ironico e risente delle influenze dei Monty Phyton e dei Mnozil Brazz.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

SU