/ Cronaca

Cronaca | 15 agosto 2019, 11:54

Riuscita, dopo 7 ore di intervento, l'operazione per riattaccare la mano all'uomo che se l'è tagliata spaccando la legna

Il 67enne di Benevagienna è arrivato nella giornata del 14 agosto presso il Maria Vittoria con l'elisoccorso. A seguire il paziente sono stati i chirurghi della mano dell'equipe del primario Giorgio Merlino

Riuscita, dopo 7 ore di intervento, l'operazione per riattaccare la mano all'uomo che se l'è tagliata spaccando la legna

Si è concluso dopo una lunga notte (e sette ore di lavoro) da parte dei medici l'intervento chirurgico - effettuato dagli esperti del Maria Vittoria - per riattaccare la mano sinistra all'uomo di 67 anni che nella giornata del 14 agosto se l'è amputata mentre tagliava la legna.

Un incidente terribile, avvenuto a Benevagienna (provincia di Cuneo): un gesto sbagliato e l'attrezzo ha tagliato l'estremità superiore dell'uomo all'altezza del polso. Subito è scattato l'allarme e i soccorritori lo hanno trasportato prima all'ospedale di Mondovì e poi - con l'elicottero - proprio al Maria Vittoria dove è stato operato dall'equipe dei chirurghi della mano del primario Giorgio Merlino.

In particolare, sono stati la dottoressa Alessandra Clemente e il dottor Ezio Gangemi a eseguire l'intervento per quanto riguarda la parte ossea e quelle vascolare. Per la parte tendinea e nervosa invece è stato necessario l'intervento di Marco Borsetti ed Enrico Zingarelli.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium