/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 16 settembre 2019, 17:18

Al via i lavori di consolidamento della scarpata sulla sp 723 di Rivara

I lavori si sono resi necessari dopo che nel luglio 2014 la zona del Canavese fu interessata da forti precipitazioni

Al via i lavori di consolidamento della scarpata sulla sp 723 di Rivara

Sono stati consegnati venerdì 13 settembre 2019 i lavori di consolidamento della scarpata lungo la sp 723 di Rivara, dal km. 14+000 al km. 14+100, in frazione Camagna, alla ditta Flumar di Reggio Emilia, che ha formulato un ribasso del 29,01%. Il progetto definitivo-esecutivo, approvato dalla Città metropolitana di Torino, prevede un importo complessivo di 400mila euro.

I lavori si sono resi necessari dopo che nel luglio 2014 la zona del Canavese fu interessata da forti precipitazioni, che hanno assunto in taluni casi intensità davvero eccezionali e che provocarono sulla sp. 723, tra il km 14+000 e il km 14+100, nel comune di Rivara, dissesti del corpo stradale, tanto da richiedere il transennamento di parte della carreggiata stradale e conseguente istituzione del senso unico alternato.

In particolare poco prima del ponte sul torrente Viana il dilavamento e l’erosione della scarpata interessarono la fondazione di un muro in cemento armato già esistente a sostegno della sp. 723. Inoltre in corrispondenza dell’incrocio con la via comunale Pola Faletti di Villafaletto, il dissesto creò uno “svuotamento” della strada, arrivando in prossimità del collettore fognario.

Già nel mese di luglio 2014 fu disposto un intervento in somma urgenza, finalizzato ad allontanare le acque dalle zone interessate dai dissesti, per mantenere lo stato dei luoghi, e fronteggiare la situazione di pericolo ripristinando i minimali livelli di servizio, funzionalità e sicurezza del tratto stradale interessato, seppur con traffico a senso unico alternato.

Venne realizzato un cordolo in calcestruzzo, parallelo al ciglio strada di valle, a un metro circa dal filo bitumato che impedisce all’acqua di ruscellamento di interessare il versante. In corrispondenza dell’incrocio con la via comunale, per proteggere la condotta fognaria, fu realizzata una palificata in legno con riempimento in materiale granulare.

I lavori consegnati venerdì scorso hanno l’obiettivo di consolidare la scarpata con la realizzazione di un cordolo in cemento armato. fondato su micropali e di un tratto di muro su micropali, lungo il tratto dall’incrocio con via Pola Faletti di Villafaletto fino al ponte sul torrente Viana. Le acque saranno regimentate e convogliate nel torrente Viana mediante condotte di scarico. Inoltre sui tratti di scarpata interessata dai dilavamenti, sono previste delle opere di sostegno con interventi di ingegneria naturalistica (posa di geostuoia, realizzazione di grata viva e gabbionate), di supporto alla riprofilatura del versante. L’intervento sarà completato dalla realizzazione di una cunetta alla francese lato monte, per raccogliere le acque di drenaggio dei muri e ridurre le infiltrazioni nel corpo stradale, dalla posa di nuove barriere di sicurezza e dalla bitumatura del tratto di strada.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium