/ Cronaca

Cronaca | 20 settembre 2019, 07:15

Anarchici, misure cautelari dopo lo sgombero dell'asilo: operazioni di polizia in corso

I fatti risalgono allo scorso 9 febbraio. Interessati militanti provenienti dal Piemonte, dalla Lombardia e dalla Sardegna

Anarchici, misure cautelari dopo lo sgombero dell'asilo: operazioni di polizia in corso

La Polizia di Stato di Torino, dalle prime ore della mattina, ha dato inizio ad una vasta operazione per i gravi episodi di violenza verificatisi lo scorso 9 febbraio, in occasione della manifestazione organizzata dai gruppi anarchici a seguito dell’operazione “Scintilla” che ha condotto allo sgombero e al sequestro dello storico centro sociale Asilo. 

Le indagini della Digos di Torino, coordinate dalla locale Procura della Repubblica, hanno visto la collaborazione delle Questure di Milano, Ravenna, Sassari, Trento e Cuneo.

Sono state 14 misure cautelari nei confronti di militanti anarchici - provenienti dal Piemonte, dalla Lombardia e dalla Sardegna - indagati per i reati di lesioni aggravate, resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e imbrattamento.

Sono in corso inoltre, con il coordinamento della Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione, diverse perquisizioni delegate dall’Autorità Giudiziaria di Torino. 

Un'operazione che l'assessore regionale alla Sicurezza Fabrizio Ricca definisce "un segnale importantissimo delle Forze dell'Ordine: chi muove guerra alle istituzioni, terrorizzando i cittadini e rompendo tutto, non rimarrà impunito". 

"Se le accuse fossero confermate vorrebbe dire che anche a distanza di mesi, dopo indagini approfondite, il conto da pagare arriva sempre ai violenti" conclude l'esponente della Lega. 

Maggiori dettagli verranno forniti nella mattinata. 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium