/ Attualità

Attualità | 21 settembre 2019, 12:57

I genitori pro panino affilano le armi: “Prepariamo il ricorso al Tar contro l’obbligo mensa” [FOTO]

La prima scuola a partire con il ricorso al Tar sarà la Manzoni, supportata dagli altri genitori: “Il tempo di aspettare è finito”

I genitori pro panino affilano le armi: “Prepariamo il ricorso al Tar contro l’obbligo mensa” [FOTO]

Vince la linea dura. Si profila una vera e propria battaglia legale nelle scuola e nelle mense torinesi. I genitori “pro panino” si sono infatti riuniti oggi con l’avvocato di riferimento, Giorgio Vecchione, per concordare le prossime mosse volte a far valere le loro ragioni.

Dopo una lunga discussione, il gruppo di genitori in rappresentanza di 15 istituti comprensivi torinesi ha deciso di preparare il ricorso al Tar del Piemonte. Una scelta forte, presa all’unanimità. “Non vogliamo più aspettare, basta attendere” spiegano i genitori pro pasto da casa. Ecco perché non si aspetterà nemmeno il 31 ottobre, termine ultimo sancito dal Comune di Torino ai dirigenti scolastici per prendere una decisione, per inoltrare il ricorso al Tar. 

Il ricorso verrà presentato contro il dirigente scolastico della scuola Manzoni di corso Svizzera, che con una delibera del 9 settembre aveva già negato il pasto da casa, diffidando i genitori dal consegnare i baracchini ai propri figli. I genitori delle altre scuole, almeno per il momento, non faranno ricorso ma supporteranno con nominativi e donazioni libere quello dei genitori della Manzoni. L’esito del singolo ricorso, pur non facendo giurisprudenza nelle altre scuole di Torino, suonerebbe certamente come un campanello d’allarme per gli altri dirigenti scolastici, che potrebbero quindi concedere il pasto da casa: questa almeno è la speranza dei genitori “pro panino”.

Di certo, pur essendo il Tar regionale il primo organo di competenza a cui verranno inoltrati gli eventuali ricorsi, l’ultima parola giuridicamente parlando spetterà al Consiglio di Stato. La battaglia nata fuori dalle scuole, proseguita fuori dall’ufficio scolastico regionale e in cortili di avvocati torinesi, è destinata a terminare lì. I genitori “pro panino” affilano le armi, le decisioni dei dirigenti scolastici verranno valutate dal Tar. A partire con la prima offensiva la scuola Manzoni, per l’ennesimo capitolo di questa eterna querelle.

Andrea Parisotto

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium