/ Attualità

Attualità | 22 settembre 2019, 10:31

Requiem per un ghiacciaio: il 27- 28 e 29 settembre si terranno anche in Piemonte veglie funebri per i nostri ghiacciai in fin di vita

Si celebreranno così delle vere e proprie cerimonie funebri per commemorare la morte dei nostri preziosi ghiacciai. Certo, una provocazione, ma efficace per far comprendere la serietà e la gravità della situazione.

Requiem per un ghiacciaio: il 27- 28 e 29 settembre si terranno anche in Piemonte veglie funebri per i nostri ghiacciai in fin di vita

Mentre il 27 settembre in tutto il mondo si terrà lo sciopero globale per il clima indetto dai Fridays For Future e si marcerà per chiedere un’immediata inversione di tendenza e scelte sostenibili prima che sia troppo tardi, il nostro Paese lancerà l’allarme sulla salute dei ghiacciai. Proprio l’ecosistema alpino infatti mostra in modo drammaticamente evidente i segni del Climate Change che sta drammaticamente investendo il Pianeta.

Il 27-28-29 settembre si terranno nella nostra regione ed in tutta Italia una serie d’iniziative volte a porre l’attenzione dei cittadini sugli effetti del riscaldamento globale. Si celebreranno così delle vere e proprie cerimonie funebri per commemorare la morte dei nostri preziosi ghiacciai. Certo, una provocazione, ma efficace per far comprendere la serietà e la gravità della situazione.

Il primo Requiem per un ghiacciaio sarà dedicato a quello del Lys in provincia di Aosta. L’appuntamento è per  venerdì 27 settembre alle ore 10:00 presso il parcheggio Staffal (Gressoney La Trinitè). Si partirà alla volta delle sorgenti del Lys, dove termina il ghiacciaio, ed una volta a destinazione, Vanda Bonardo – responsabile nazionale Alpi Legambiente presenterà l’iniziativa. L’approfondimento scientifico sarà invece affidato a Michel Isabellon  di Arpa Aosta e a Michele Freppaz docente dell’Università di Torino. Si proseguirà poi con le note del musicista suonatore di corno delle Alpi, Martin Mayes, e con una discussione collettiva per pianificare comportamenti e scelte da attuare da ognuno nella propria quotidianità e apportare così il proprio piccolo, ma significativo contributo.

Prenderanno parte all’evento Legambiente Dora Baltea, Legambiente Valle d’Aosta, Comitato di Cortilys, progetto VISPO, giovani e amanti della montagna.

Il 28 settembre sarà poi la volta del Ghiacciaio del Monviso. La partenza è prevista alle 8:00 dalla frazione Castello di Pontechianale mentre si dovrebbe arrivare al Colle delle Cadreghe (3.130 metri slm) alle 13:00. Si inizierà con una breve presentazione per proseguire poi con un’analisi scientifica del problema e con la condivisione di buone pratiche da attuare. Si tornerà a Pontechianale alle 19:00. Per unirsi all’iniziativa si consiglia attrezzatura da montagna. Partecipano: Legambiente Barge, Legambiente Val Pellice, Legambiente Cuneo, alpinisti, giovani e amanti della montagna.

Gli aggiornamenti saranno pubblicati su https://friday4monviso.wordpress.com/

Ancora il 28 settembre si celebreranno analoghe veglie funebri presso il Ghiacciaio dello Stelvio (BZ), il Ghiacciaio della Marmolada MONTASIO a (BL) mentre il 29 settembre toccherà al Ghiacciaio del Brenta (TN) e a quello del Montasio (UD).

Per informazioni complete sui programmi: https://www.legambiente.it/requiem-per-un-ghiacciaio/

 

Maria La Calce

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium