/ Cronaca

Cronaca | 22 settembre 2019, 14:16

Arrestato dopo aver minacciato i poliziotti: aveva 20 "identità" diverse

Con il ventenne, in manette anche un altro ragazzo irregolare durante un controllo in largo Giulio Cesare: "Noi i documenti non ve li diamo, andatevene"

Arrestato dopo aver minacciato i poliziotti: aveva 20 "identità" diverse

Sono stati sottoposti a controllo dagli agenti della Squadra Volante lo scorso giovedì pomeriggio in Largo Giulio Cesare: ma i due cittadini stranieri, un maliano di 20 anni ed un gambiano di 17, di fatto maggiorenne, anziché mostrare i documenti hanno inveito contro i poliziotti con fare minaccioso. 

“Noi i documenti non ve li diamo, ve ne dovete andare di qua, avete rotto, siete sempre a controllare”. Un comportamento dovuto al fatto che i due cittadini stranieri sono irregolarmente residenti in Italia e pertanto sul territorio nazionale in piena violazione della legge sull’immigrazione.

Alla comunicazione che avrebbero dovuto essere accompagnati in Questura per accertamenti sull’identificazione, i due hanno opposto una attiva resistenza nei confronti degli operatori, con spintoni e gomitate, che però è stata contenuta. Una volta giunti presso l’ufficio immigrazione, sono emersi a carico del cittadino maliano ben 12 alias, forniti dallo stesso in occasione di precedenti controlli.  Sia lui che il cittadino gambiano sono stati, dunque, tratti in arresto per resistenza a pubblico ufficiale, false attestazioni sull’identità personale e denunciati per minacce.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium