Scuola e formazione - 01 ottobre 2019, 07:45

Da oggi a Beinasco avvio del nuovo sistema integrato per la mobilità casa-scuola

Le novità: Pedibus, accompagnamento studenti in pullman, Ztl e riduzione costi degli abbonamenti GTT

Da oggi a Beinasco avvio del nuovo sistema integrato per la mobilità casa-scuola

Il Comune di Beinasco inaugura da oggi, martedì 1° ottobre, una serie di novità per la mobilità casa-scuola.

Accompagnamento gratuito in pullman sulla linea 5 dalle frazioni di Fornaci e Borgo Melano; contributo economico per la riduzione dell’abbonamento per studenti e giovani dai 12 ai 26 anni; attivazione del Pedibus, il servizio di accompagnamento a piedi degli studenti da parte di operatori e la pedonalizzazione di via Mirafiori nelle aree contigue alle scuole durante l’orario d’ingresso. “Mobilità, ambiente, sicurezza. Impariamolo da scuola!” è il motto della campagna di promozione del nuovo sistema di mobilità casa-scuola.

Da oggi parte il progetto Pedibus da piazza Dolci verso il polo scolastico scolastico “Gramsci-Gobetti”. Già sperimentato lo scorso anno con i fondi del Progetto Pascal del Ministero dell’Ambiente e della Città Metropolitana di Torino, ha ottenuto un buon successo tra i genitori, consentendo di superare il pericoloso sovraccarico automobilistico. Pedonalizzazione di via Mirafiori dalle ore 7,45 alle 8,45 nell’area di ingresso alle scuole, per garantire un accesso più sicuro per gli studenti e alle famiglie. Gli anni scorsi, si è infatti registrato un sovraccarico di veicoli sulla strada chiusa di via Mirafiori, creando traffico pesante e insicurezza per i pedoni, in particolare per i bambini.

I residenti avranno comunque un’autorizzazione per poter transitare, con l’ausilio della presenza della Polizia Municipale. Per migliorare la viabilità della zona, gli uffici comunali sono a lavoro per la realizzazione di un nuovo parcheggio con accesso da via Falcone.

Pronto a partire anche il nuovo servizio di accompagnamento gratuito in pullman sulla linea 5 GTT dalle frazioni Borgo Melano e Fornaci verso il polo scolastico Gobetti – Gramsci. Nuovo sistema che sostituisce il precedente servizio di scuolabus, a seguito delle recenti deliberazioni della Corti dei Conti. Ottimismo dell’Amministrazione comunale per il nuovo progetto arriva dai primi numeri: ad iscrizioni ancora aperte, le adesioni sono positive.  A fronte dei soli 11 iscritti dell’anno scorso allo scuolabus e una costante diminuzione delle richieste degli ultimi anni, sono già 35 i bambini iscritti al nuovo sistema di mobilità di trasporto pubblico e pedonale, con nuovi utenti che hanno scelto il servizio di accompagnamento in pullman.

Esteso infine il contributo comunale per la riduzione dell’abbonamento GTT, con un costo simbolico di 3€ per i bambini dai 3 agli 11 anni e uno sconto dal 35 al 45% per studenti e giovani dai 12 ai 26 anni in base al reddito familiare fino a un ISEE di 45.000 €, con una riduzione dei costi per le famiglie che può raggiungere i 115€.

“Abbiamo voluto attivare fin da subito questo progetto per la promozione di una mobilità sostenibile, che contempli l’utilizzo dei mezzi pubblici e di percorsi integrati casa-scuola. L’attenzione per l’ambiente, la sicurezza dei bambini e delle loro famiglie e la riduzione del traffico veicolare sono punti centrali del nostro programma di mandato – spiega il Sindaco di Beinasco, Antonella Gualchi – E partire dalla scuola e dalle famiglie è fondamentale, perché sono gli ambiti dove si costruiscono le fondamenta per il futuro. Con questa riorganizzazione riusciamo a rendere anche meno costosi i servizi per le famiglie”.

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:

SU