Cronaca - 03 ottobre 2019, 07:16

Balon, i favorevoli al “Libero Scambio” chiedono soluzioni inclusive

Associazione Fuori di Palazzo, comitato Oltredora e alcuni residenti di Borgo Dora sostengono la permanenza del mercato "nella sua storica collocazione, all'interno della legalità"

Balon, i favorevoli al “Libero Scambio” chiedono soluzioni inclusive

Mentre tra le vie di Borgo Dora circolano i volantini del sit-in di protesta contro la situazione di abusivismo ancora imperante a molti mesi di distanza dalla delibera di spostamento del “Libero Scambio” in Via Carcano, i favorevoli alla sua permanenza nella zona di Canale Molassi e San Pietro in Vincoli chiedono alle istituzioni soluzioni inclusive e condivise, preventivamente discusse con i cittadini.

Associazione Fuori di Palazzo e comitato Oltredora, sostenuti da alcuni residenti, incalzano la Città sostenendo la permanenza del mercato nella sua storica collocazione: “Con la delibera dello scorso dicembre – fanno sapere – il Comune ha voluto cancellare le regole vigenti, provocando l'attuale situazione di illegalità, un fatto che ha esasperato i cittadini di Borgo Dora. Compito dell'amministrazione dovrebbe essere quello di tornare a una regolamentazione chiara e funzionale a mantenere il libero scambio nei luoghi e nei tempi predefiniti, garantendo sia compatibile con le esigenze dei residenti”.

Gli stessi tengono a ribadire le ragioni dell'esistenza stessa del mercato, pur nel rispetto della legalità: “L'aumento degli espositori in questi mesi dimostra come sia necessario per la sussistenza di tante persone, balonari e acquirenti, integrandone il reddito e offrendo beni a basso prezzo. Questo non significa giustificare le violazioni di legge: per le irregolarità ben vengano i controlli, ma questo non deve confondersi con la demonizzazione di un'attività che recupera e offre nuova vita a merce usata, attività apprezzata da migliaia di Torinesi e anche da un buon numero di turisti”.

Marco Berton

Ti potrebbero interessare anche:

SU