/ Cronaca

Cronaca | 10 ottobre 2019, 08:45

Arrestata a La Loggia la "regina delle truffe": era latitante da due anni

La donna, 46 anni e originaria di Carignano, è accusata di criminalità organizzata transnazionale, riciclaggio, falsificazione di monete, fabbricazione di documenti di identificazione falsi, truffa e ricettazione

Arrestata a La Loggia la "regina delle truffe": era latitante da due anni

L'hanno cercata per due anni. Si è nascosta, cercando di far perdere le proprie tracce. Ma alla fine si è conclusa con le manette ai polsi la latitanza di Z.M., 46 anni, considerata la "regina delle truffe" e catturata dagli uomini della Guardia di Finanza di Torino nel corso di un’indagine legata proprio a una presunta truffa nei confronti di un commerciante torinese.

Decisamente vario il "campionario" di accuse nei confronti della donna: criminalità organizzata transnazionale, riciclaggio, falsificazione di monete, fabbricazione di documenti di identificazione falsi, truffa e ricettazione. La cercavano dal luglio del 2017, quando su di lei pendeva un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Savona. Originaria di Carignano, Comune del Torinese, aveva già collezionato nel corso degli anni altre denunce per i suoi numerosi reati e, da ormai due anni, aveva cercato di sottrarsi alla giustizia.

È stata bloccata lunedì scorso dai Finanzieri del Gruppo Orbassano in una strada di La Loggia: ora si trova al carcere delle Vallette, ma le indagini proseguono per verificare se la donna ha fatto altre "vittime" in tempi recenti.

M.Sci

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium