Attualità - 10 ottobre 2019, 05:55

La Circoscrizione 7 dice no alla chiusura delle poste di Madonna del Pilone

Si rincorrono le voci sul possibile “taglio” dell'ufficio di Corso Casale 196, provvedimento che secondo l'organo territoriale costringerebbe i residenti a spostarsi di più di due chilometri

La Circoscrizione 7 dice no alla chiusura delle poste di Madonna del Pilone

Mentre si rincorrono, sempre più insistenti, le voci di un'imminente chiusura delle poste di Corso Casale 196, nel quartiere Madonna del Pilone, la Circoscrizione 7 esplicita la propria netta contrarietà ad un taglio che costringerebbe i residenti a percorrere più di due chilometri per raggiungere gli uffici di Strada Mongreno e Via Oropa.

Secondo il presidente Luca Deri tale soppressione rappresenterebbe un grave disagio: “Questa decisione - dichiara – suona contraddittoria nell'ambito delle strategie dell'azienda: l'ufficio di Corso Casale 196, infatti, è stato rinnovato di recente con tutti i costi del caso e l'evidente miglioramento degli spazi per il personale e per gli utenti. La chiusura, inoltre, andrebbe a sommarsi a quella avvenuta in Corso Gabetti”.

La Circoscrizione tratterà presto l'argomento in Consiglio con una mozione presentata dal gruppo del Partito Democratico e chiederà un'apposita Commissione con la presenza dei vertici locali di Poste Italiane.

Il presidente, attraverso una nota, ribadisce anche il ruolo sociale svolto sul territorio dagli uffici postali con servizi come la pec, i passaporti, i permessi di soggiorno, il rilascio di certificati anagrafici, le visure catastali e molto altro.

Marco Berton

Ti potrebbero interessare anche:

SU