Scuola e formazione - 15 ottobre 2019, 16:17

La Fondazione Collegio Carlo Alberto inaugura l’Anno Accademico 2019/2020

Ciclo di quattro lezioni su "Democracy and its Discontents"

La Fondazione Collegio Carlo Alberto inaugura l’Anno Accademico 2019/2020

 

Il 21 ottobre 2019, alle 17, nella sede di piazza Arbarello 8, la Fondazione Collegio Carlo Alberto si inaugura l’Anno Accademico 2019-2020.

L’inaugurazione si aprirà con un indirizzo di saluto del Presidente vicario della Fondazione Collegio Carlo Alberto, Giorgio Barba Navaretti, e del Presidente della Compagnia di San Paolo, Francesco Profumo e si concluderà con l’intitolazione della Common Room e dell’Auditorium rispettivamente a Gianni Merlini e a Onorato Castellino, due figure fondamentali per la storia del Collegio. La cerimonia d’intitolazione sarà introdotta da Elsa Fornero, Carlo Alberto Honorary Fellow.

In tale occasione Adam Przeworski, della New York University, terrà una lezione dal titolo Crises of Democracy: the past, the present, the future. La lezione sarà introdotta da Diego Gambetta, Carlo Alberto Chair.

In diversi paesi, anche avanzati, si è affermata una nuova generazione di leader, genericamente definiti populisti, con tendenze autocratiche, scarso rispetto della separazione dei poteri, disprezzo della scienza, spesso inclini a promettere soluzioni semplici e drastiche a problemi complessi che li rendono popolari con gli elettori. Sono costoro una minaccia che potrebbe sovvertire le democrazie. Quanto sono solide le democrazie di fronte a questi sviluppi?

Quella di Przeworski sarà la prima di un ciclo di quattro lezioni su Democracy and its Discontents.

La scelta di varare questa serie di lezioni, affidate a esperti di fama internazionale, nasce dal dibattito interdisciplinare che si è sviluppato fra economisti, scienziati politici e sociali, giuristi, ospitati dal Collegio: lo scopo è di svolgere, da prospettive scientifiche diverse, un approfondimento sulla crisi della democrazia, sulle sue cause, sulle ricette per superarla.

La seconda lezione del ciclo sarà tenuta da Stephen Holmes, della New York University, già noto al pubblico torinese per aver partecipato alla Biennale Democrazia, che l’11 dicembre parlerà di Why democracies die and how they can resurrect. Le ultime due lezioni, che avranno luogo nel 2020, saranno tenute da Brigid Laffan (Direttrice del Robert Schuman Centre all’Istituto Universitario Europeo) e da Dani Rodrik (Harvard University). 

Le lezioni saranno in inglese con traduzione simultanea.

 

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

SU