/ Attualità

Attualità | 16 ottobre 2019, 13:50

Il teleriscaldamento metropolitano di Iren arriva a Beinasco

Con l’allacciamento alla rete della città di Torino, si sta concludendo in questi giorni la prima fase dei lavori

Il teleriscaldamento metropolitano di Iren arriva a Beinasco

Con l’allacciamento alla rete della città di Torino, si sta concludendo in questi giorni la prima fase dei lavori per portare il teleriscaldamento a Beinasco, secondo la convenzione sottoscritta da Iren Energia, società del Gruppo Iren, e dal Comune di Beinasco nel 2017.

Anche Beinasco entra quindi nella rete metropolitana del teleriscaldamento di Iren, che serve già le città di Moncalieri e Nichelino, oltre a quella di Torino. Con la nuova stagione termica 2019/2020, quindi, il riscaldamento “pulito” tramite la distribuzione di acqua calda direttamente nelle tubazioni di casa, arriva anche nella cittadina della prima cintura torinese.

Il calore che inizierà a riscaldare una prima parte di Beinasco verrà prelevato dalla rete di teleriscaldamento metropolitano, grazie alla nuova interconnessione tra la rete della città di Torino, dove attualmente già oltre il 93% del calore è prodotto da impianti di cogenerazione ad alto rendimento, e l’impianto di termovalorizzazione dei rifiuti di Torino (TRM).

Questo importante traguardo si inserisce all’interno di un progetto molto più ampio che porterà Iren a servire complessivamente circa 4.000 cittadini nella zona di più recente costruzione di Beinasco e della frazione Fornaci, senza la necessità di costruire nuove centrali di produzione termica.

La volumetria totale riscaldata prevista sarà di circa 430.000 m³ grazie ad una rete di circa 7 km e con un’energia termica prodotta annualmente di 14 GWh. Una volta completato il progetto, l’utilizzo del teleriscaldamento al posto delle tradizionali caldaie consentirà alla città di Beinasco di evitare emissioni annuali di CO e NOX pari a quelle prodotte da circa 2.000 autovetture a benzina.

Il progetto inoltre eviterà l’uso di circa 160 Tonnellate Equivalenti di Petrolio corrispondenti all’emissione di 380 tonnellate di CO2, pari alla quantità assorbita da 2.630 alberi.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium