/ Politica

Politica | 16 ottobre 2019, 12:33

Torino, affitti più bassi degli impianti sportivi per chi fa sociale

Attualmente sono una decina i centri, dalle bocciofile ai campi da calcio, inutilizzati

Torino, affitti più bassi degli impianti sportivi per chi fa sociale

La giunta Appendino lavora per abbattere gli affitti degli impianti sportivi, con il duplice obiettivo di favorire chi svolge attività sociali e l'utilizzo di strutture che rischierebbero di essere abbandonate.

Attualmente a Torino sono una decina i centri, dalle bocciofile ai campi da calcio, inutilizzati. Entro fine 2019 gli uffici del Patrimonio, guidati dell'assessore Antonino Iaria, puntano ad elaborare una delibera che riduca il carico delle stime economiche per la concessione degli impianti sportivi. Nel corso degli anni molte strutture sono state riqualificate dalle associazioni che le avevano in gestione.

Lavori che le hanno rivalutate e fatto crescere l'affitto: se ad esempio un centro sportivo anni fa veniva assegnato per una cifra, a distanza di tempo e con le migliorie questa è triplicata. L'amministrazione sta lavorando per una delibera che preveda di introdurre, nei bandi di concessione degli impianti sportivi anche una valutazione politica, oltre a quella economica.

Se ad un impianto viene riconosciuto di svolgere un ruolo sociale per quel quartiere, oltre che sportivo, l'assessorato al Patrimonio potrà decidere di abbassare il canone di affitto. “L’oggettiva valutazione estimativa dei beni - commenta l'assessore al Patrimonio Antonino Iaria - deve confrontarsi con benefici sociali delle attività sportive".

"Con la collaborazione tra Comune e Circoscrizioni, sono sicuro che si avrà un miglioramento della situazione attuale", ha concluso.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium