Cronaca - 19 ottobre 2019, 14:54

Donna sfregiata in corso Giulio Cesare: ricostruito dai medici il nervo facciale

L'operazione di chirurgia plastica è stata eseguita dall'equipe del dottor Giorgio Merlino, con i medici che hanno riparato al microscopio la lesione

Donna sfregiata in corso Giulio Cesare: ricostruito dai medici il nervo facciale

I medici del Maria Vittoria hanno ricostruito la profonda lesione con sezione del nervo facciale sulla donna di 43 anni sfregiata ieri notte in corso Giulio Cesare dall'ex fidanzato, un detenuto di origini tunisine in permesso di lavoro, in passato già condannato per omicidio.

L'operazione di chirurgia plastica è stata eseguita dall'equipe del dottor Giorgio Merlino, con i medici che hanno riparato al microscopio la lesione.

Mohamed Safi, 36 anni, sarebbe uscito dal carcere nel 2020, dopo essere stato condannato a 12 anni di carcere per l'assassinio della 21enne Alessandra Mainolfi, avvenuto a Bergamo nel 2008.

Marco Panzarella

Ti potrebbero interessare anche:

SU