Politica - 21 ottobre 2019, 15:50

Sanità, Ravetti e Salizzoni (Pd): "I 160 milioni servano per nuovi ospedali"

"Occorre affrontare l'emergenza di Torino Nord. E davvero l'assessore Icardi vuole modificare la DGR sulla rete ospedaliera?”

Sanità, Ravetti e Salizzoni (Pd): "I 160 milioni servano per nuovi ospedali"

Domenico RAVETTI, Capogruppo PD, assieme a Mauro SALIZZONI, Vice Presidente Consiglio regionale del Piemonte, hanno chiesto maggiori investimenti per nuovi ospedali nella Regione: “Questa mattina in I Commissione l’assessore Luigi Icardi ha annunciato che, grazie all’aumento di risorse previsto dalla legge di Bilancio, il Piemonte dovrebbe poter contare su circa 160 milioni di euro aggiuntivi da investire in edilizia sanitaria. Si tratta di un’ottima notizia, una preziosa iniezione di risorse fondamentali per una Regione che ha l’urgenza di intervenire sul fronte della vetusta edilizia ospedaliera".

"Pertanto, invitiamo la Giunta regionale, ad approvare quanto prima la delibera che sblocchi i 95 milioni di euro per la Città della Salute di Novara, garantendo così all’azienda ospedaliera i fondi necessari al pagamento del canone. In questo modo, i 160 milioni che arriveranno in Piemonte potranno essere interamente ed esclusivamente impiegati in nuovi investimenti. Non solo i progetti già avviati delle strutture ospedaliere dell’AslTo5 e del VCO, ma anche prevedere la progettazione del sempre più indispensabile nuovo ospedale alessandrino e affrontare l’emergenza di Torino Nord, dove un ospedale come il Maria Vittoria non è più in grado di reggere".

“Questa mattina, in I Commissione, l’Assessore alla Sanità Icardi ha posto una questione fondamentale sulla gestione del sistema sanitario piemontese, facendo riferimento alla proiezione del disavanzo prevedibile per fine anno con una cifra di circa 200 milioni di euro” ha spiegato il Presidente del Gruppo Pd in Consiglio regionale Domenico Ravetti.

“Al fine di riportare in equilibrio i bilanci delle Aziende Sanitarie Regionali – ha proseguito Ravetti - l’Assessore ha dichiarato di avere offerto ai Direttori Generali precise indicazioni utili al contenimento dei costi. Affronteremo in una prossima Commissione i dettagli di tali indicazioni. Nel frattempo registriamo le intenzioni di Icardi sulle inefficienze del sistema che, a suo dire, sono dovute anche a “doppioni” nella rete ospedaliera che determinerebbero l’obbligo di rivedere la DGR n. 1/600 (e le successive modifiche o integrazioni). Ricordo che la delibera n.1/600 è l’atto programmatorio fondamentale che assegna ad ogni ospedale non solo le specialità, ma anche il numero dei posti letto per ciascuna delle stesse”.

“Se alimentassimo il dubbio, così come capitava all’opposizione durante la scorsa legislatura, diremmo che a “doppioni e inefficienze” corrisponde la “politica dei tagli ai servizi”. Evitiamo pregiudizi di qualsiasi genere, ma chiediamo con forza alla Giunta di produrre un documento per capire in quale direzione si sta andando”, ha concluso Ravetti.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

SU