/ Nuove Note

Nuove Note | 17 novembre 2019, 12:32

Giovanni Morelli: la mia musica rivive i ricordi del passato

Detto GIO' si esibisce in molte piazze, locali e teatri del Piemonte e Lombardia, con la sua chitarra acustica e accompagnato da una band di musicisti di alto livello.

Giovanni Morelli: la mia musica rivive i ricordi del passato

Giovanni Morelli è un cantautore classe 1970 di Orbassano. Lui si definisce un cantautore puro sangue perchè è rimasto sempre fedele alla buona tradizione del pop melodico che ci ha contraddistinto in tutto il mondo. Fin dalla prima infanzia  passava i pomeriggi chiuso in camera ascoltando musica e canticchiando nuove melodie che nascevano spontanee. Inizia il periodo di scrittura dei brani studiando approfonditamente le tecniche di composizione dei testi prendendo spunto da autori affermati degli anni 90. Un pomeriggio invitato ad una festa di compleanno nota sopra un piedistallo una chitarra, decide di rompere il ghiaccio accordare lo strumento e suonare davanti agli amici per vedere l'effetto delle sue nuove composizioni. Gli amici decidono di fare una colletta e di propria spontanea volontà pagano le spese per l'iscrizione in S.I.A.E per  il deposito dei brani. Inizia così il percorso artistico di Giovanni Morelli detto GIO' che lo porterà a suonare in molte piazze, locali e teatri del Piemonte e Lombardia, con la sua chitarra acustica e accompagnato da una band di musicisti di alto livello.

 

Come si avvicina Giovanni Morelli alla musica?
In realtà non siamo mai stati distanti, da bambino ascoltavo molta musica popolare perché i miei genitori erano bravi ballerini, poi ho scoperto i grandi cantautori italiani. La musica credo di averla sempre avuta dentro, ho iniziato a scrivere canzoni prima ancora di suonare uno strumento, poi in futuro sono stato costretto a prendere lezioni di chitarra per dare forma alla mia musica.

 

Come nasce un tuo brano?
I miei brani nascono quando il mio stato d'animo è nella frequenza giusta, io entro in sintonia con me stesso, prendo la mia chitarra e il resto viene da se.

 

Quali cantautori ispirano la tua musica?
I cantautori che in periodi diversi mi hanno ispirato sono: Vasco Rossi, Zucchero, Luca carboni, Ligabue. Questi sono coloro che ho ascoltato di più, ma di molti altri ho apprezzato molti capolavori come Zero, De Gregori e molti altri.

 

Cosa ispira la scrittura dei tuoi testi e cosa raccontano?
Quello che ispira la scrittura dei miei testi sono i ricordi del passato dove descrivo personaggi  che ho incontrato e che mi sono rimasti dentro, sensazioni forti di pezzi di vita che mi hanno travolto o cambiato qualcosa in me. Io amo descrivere l'amore quello vissuto, quello vero svestito dalla poetica fantasiosa di un amore eterno e fantastico.

 

Hai pubblicato qualche disco o Ep, se si raccontacelo.
Purtroppo per problemi di tempo sono in ritardo con le registrazioni del mio primo cd, ma penso che per i primi giorni del nuovo anno sia pronto.

 

La tua Torino musicale e non.
La mia Torino musicale la vivo nei luoghi dove si svolgono i live, amo ascoltare i generi più vari. Vivo molto la provincia dove suono nei locali e organizzo serate con altri amici cantautori.

 

News, live in programma, appuntamenti.
Il prossimo live in programma sarà in teatro ad Orbassano l'otto dicembre. un evento organizzato da me. Sarà un live dedicato a Battisti dove suoneremo anche i nostri brani. Inoltre sono passato alle prime selezione della rassegna musicale di Torino Sotterranea. Sarò nei prossimi giorni a Radio Agorà per una Intervista con live acustico in radio Agora. Altri live sono in fase di organizzazione.

Info su https://www.facebook.com/morellicantautore/

Federica Monello

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium