/ Cronaca

Cronaca | 30 novembre 2019, 17:46

Bomba in via Nizza: l'esercito ha completato le opere di consolidamento. Domani la bonifica [FOTO e VIDEO]

I guastatori del 32° Reggimento Genio della Brigata Alpina “Taurinense” hanno concluso questa mattina le operazioni preparatorie necessarie per la messa in sicurezza dell'ordigno da 500 libbre, risalente al secondo conflitto mondiale

Bomba in via Nizza: l'esercito ha completato le opere di consolidamento. Domani la bonifica [FOTO e VIDEO]

I guastatori del 32° Reggimento Genio della Brigata Alpina “Taurinense”, unità altamente specializzata dell'Esercito Italiano, hanno completato questa mattina le operazioni di consolidamento e la preparazione delle attrezzature necessarie per la bonifica della bomba d'aereo inglese da 500 libbre, risalente al secondo conflitto mondiale, rinvenuta nei giorni scorsi in Via Nizza nel corso di lavori per il teleriscaldamento. Gli operatori del team CMD dell’Esercito (acronimo per Conventional Munitions Disposal ovvero bonifica da ordigni convenzionali), unitamente al personale della Compagnia di Supporto allo Schieramento, sono intervenuti implementando e finalizzando le opere di barricamento e di predisposizione del sito di disattivazione.



Nella giornata di domani, al termine delle procedure di evacuazione e sgombero della popolazione, gli operatori procederanno con le operazioni di inibizione della prima spoletta tramite una speciale schiuma poliuretanica, proseguendo quindi con il “taglio” della bomba mediante un cannone in grado di segare l’ordigno con un potente getto di acqua e sabbia. Questa operazione – gestita da remoto – consentirà di raggiungere la seconda spoletta danneggiata e renderla quindi inerte, permettendone la movimentazione in sicurezza. La bomba MK IV, al termine di queste delicate operazioni di messa in sicurezza, verrà poi trasportata in una cava a Ciriè dove verrà fatta brillare.

Gli specialisti del 32° Reggimento Genio Guastatori - che vantano una preziosa esperienza maturata anche nelle missioni all'estero – nel solo 2019 hanno effettuato circa 140 interventi bonificando, tra le altre, bombe d’aereo dello simili a quella di via Nizza ritrovate a Valenza Po, Caselle e Fossano, e rendendo inoffensivi oltre 250 residuati bellici inesplosi in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta. Dal 2006 ad oggi, il Reggimento ha effettuato più di 1500 interventi, bonificando oltre 4000 ordigni e proiettili di ogni calibro e dimensione.

Intanto, per consentire per operazioni del disinnesco bellico, sono terminate alle 18 le operazioni di spostamento pazienti fragili allettati della zona rossa (in ossigenoterapia e in assistenza domiciliare) nella rsa D'Azeglio. Sono una ventina e passeranno la notte in rsa e saranno riaccompagnati domani a casa con i mezzi di soccorso. Al Lingotto è stato allestito un ambulatorio medico e uno veterinario.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium