/ Attualità

Attualità | 01 dicembre 2019, 12:00

Nasce a Torino “Safe”, la prima agenzia di fundraising contro la violenza di genere

Il progetto è nato, insieme al contributo di aziende e associazioni sparse su tutto il territorio nazionale, per finanziare l'educazione sulla tematica nelle scuole e nei luoghi di aggregazione

Nasce a Torino “Safe”, la prima agenzia di fundraising contro la violenza di genere

Torino in prima fila contro la violenza di genere: è partita in città, infatti, l'avventura di Safe, la prima agenzia nazionale di fundraising nata con l'obiettivo di finanziare l'educazione sulla tematica nelle scuole e nei luoghi di aggregazione tra cui centri sportivi, artistici e culturali.

Il progetto, ideato dalla direttrice del Centro Studi e Documentazione sul Pensiero Femminile Stefania Doglioli (in collaborazione con APID – Imprenditorialità Donna e CAFID – Coordinamento Associazioni Femminili Imprenditrici e Dirigenti), include venticinque tra aziende e associazioni sparse su tutto il territorio nazionale con l'obiettivo di creare un sistema profit-non profit-pubblico in grado di promuovere un cambiamento culturale: “L'iniziativa - ha spiegato – è nata dai nostri vent'anni di esperienza sul campo e da due sentimenti contrastanti: il desiderio di creare un mondo diverso e la frustrazione per una situazione che fatica a migliorare. Tutto questo viaggia insieme a una grandissima energia in grado di calamitare persone dai background di vita molto diversi tra loro”.

L'iniziativa ha avuto, tra gli altri, anche il supporto della senatrice Valeria Valente, presidente della “Commissione d'inchiesta sul femminicidio e su ogni forma di violenza di genere”: “Safe - ha dichiarato – non è solo da sostenere ma anche da elevare a buona prassi da esportare perché la violenza sulle donne è un aspetto strutturale che fa parte di modelli sociali ancora radicati in Italia. L'impianto normativo è soddisfacente ma si fa ancora poco su protezione, prevenzione ed educazione; spiace constatare come, purtroppo, la politica italiana non dimostri grande attenzione”.

Per ulteriori informazioni: www.fundforsafe.org

Marco Berton

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium