/ Politica

Politica | 10 dicembre 2019, 16:10

Nuova Ztl, nella Lega prevale la linea dura di Ricca: "Passo indietro di Appendino o rischio tagli"

Preioni: "Pronti a stringere i cordoni dei fondi al Comune di Torino"

Nuova Ztl, nella Lega prevale la linea dura di Ricca: "Passo indietro di Appendino o rischio tagli"

Nella Lega a Palazzo Lascaris alla fine prevale la linea dell’assessore alla Sicurezza Fabrizio Ricca, che aveva annunciato di voler tagliare i fondi regionali alla giunta Appendino se la nuova Ztl di Torino verrà attivata.

Suona così la nota inviata a metà pomeriggio dal capogruppo regionale del Carroccio Alberto Preioni, dove si legge “A nostro avviso è necessario prendere provvedimenti contro la Ztl e come consiglieri invitiamo la Giunta, nel caso in cui non esistano altre strade da percorrere che portino alla collaborazione o all’apertura di tavoli su cui si discuta seriamente di ripensare il provvedimento, a stringere i cordoni dei fondi che vengono elargiti al Comune di Torino”. “La Ztl danneggerà i cittadini e noi non possiamo permettere che ciò accada” conclude Preioni.

La scorsa settimana Ricca era stato costretto ha ritirare l’ordine del giorno, dove si “minacciava” la giunta Appendino di ridurre i fondi regionali con “Torino Centro Aperto”, per fare approvare l’assestamento di bilancio. La Lega in mattinata aveva depositato un atto dai toni molto più “morbidi” contro la nuova Ztl, ma nel pomeriggio il capogruppo del Carroccio Alberto Preioni ha voluto in parte rettificare la linea “soft”, tornado su quella più dura di Ricca.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium