/ Politica

Politica | 16 gennaio 2020, 17:51

Agevolazioni trasporto pubblico a Pinerolo: «Per aiutare gli studenti hanno penalizzato gli anziani»

Cna Pensionati insorge contro le nuove regole per la ripartizione del contributo comunale. Il prossimo anno l’Amministrazione potrebbe introdurre una rivoluzione legata solo più all’Isee

Agevolazioni trasporto pubblico a Pinerolo: «Per aiutare gli studenti hanno penalizzato gli anziani»

Il Comune taglia l’esenzione agli ultrasettantenni per dirottare una parte del contributo sugli studenti e Cna Pensionati insorge. A far discutere sono le agevolazioni agli abbonamenti per il trasporto pubblico locale. Ieri c’è stato un incontro e ora l’Amministrazione pensa a un modello diverso per il 2021, legato esclusivamente all’Isee.

L’anno scorso, gli ultrasettantenni con un Isee superiore a 7.973,55 euro avevano diritto a uno sconto del 50% sull’abbonamento: da 167,20 euro a 83,60. Mentre chi aveva un Isee inferiore non pagava nulla.

Mentre per gli studenti con reddito Isee inferiore a 7.973,55 il Comune compartecipava al 50%.

Nel 2019 sono stati aiutati 143 anziani con tariffa agevolata, 1 studente e 12 anziani con Isee basso.

Per quest’anno il Comune ha stanziato la stessa cifra per gli aiuti (15mila euro), ma ha deciso di cambiare la ripartizione e dare una mano maggiore agli studenti. Quelli con Isee sotto i 3.680,75 euro hanno diritto all’abbonamento gratis, da 3.680,76 a 7.973,55 l’aiuto del Comune è del 50% e da 7.973,56 a 12.879,61 è del 25%.

Parallelamente è stata abbassata, dal 50% al 25%, l’agevolazione degli anziani. E questo ha fatto sbottare Cna Pensionati. Il presidente Bruno Moriena si è rivoltato contro l’Amministrazione a Cinque Stelle: «Gli anziani di punto in bianco si sono trovati a dover pagare 50 euro di più a testa». Cifra frutto del taglio del contributo e dell’adeguamento Istat che ha fatto arrivare a 176 euro il costo intero dell’abbonamento per il 2020.

Moriena ha richiesto un incontro che si è tenuto ieri con l’assessore ai Trasporti Giulia Proietti e l’assessore alle Politiche sociali Lara Pezzano.

«Mi hanno spiegato le loro ragioni. Capisco che i fondi siano quelli, ma per aiutare gli studenti si sono penalizzati gli anziani, senza neanche un confronto preliminare – commenta Moriena –. Ho chiesto loro di avere un prospetto con tutti i dati, per poter ragionare». Il Comune ha anche aperto a una nuova soluzione, che però farà cadere le vecchie distinzioni e cambierà radicalmente il sistema: «Stiamo valutando di non dare più agevolazioni legate alle categorie ultrasettantenni e studenti, ma legarle all’Isee, in maniera progressiva. Con l’Isee più basso, l’abbonamento sarà gratis, poi lo sconto sarà a scalare» anticipa Proietti.

Marco Bertello

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium