/ Attualità

Attualità | 24 gennaio 2020, 16:06

Il 24% dell'acqua nelle condotte di Torino va persa, Smat: "Entro 4 anni vogliamo ridurre del 9%"

L'obiettivo annunciato in Commissione Servizi Pubblici da Paolo Romano, Presidente della partecipata comunale

Il 24% dell'acqua nelle condotte di Torino va persa, Smat: "Entro 4 anni vogliamo ridurre del 9%"

Entro quattro anni la Smat punta a ridurre del 9% le perdite della rete idrica di Torino, passando dall'attuale 24% di acqua "dispersa" al 15%, passando così in prima categoria dall'attuale seconda. Un obiettivo annunciato oggi in Commissione Servizi Pubblici da Paolo Romano, Presidente della partecipata comunale. 

Attualmente nel capoluogo piemontese ci sono più di 1.500 chilometri di condotte e 900 "Turet". La prima causa di intervento dei tecnici è la fuga d'acqua. Nel 2019 Smat ha ricevuto via mail o telefono da utenti, Circoscrizioni ed enti vari oltre 5.600 segnalazioni di disservizi, contro le 1.300 del 2018. Numeri più che quadruplicati, per i quali la partecipata ha messo in campo un importante investimento finanziario.

Lo scorso anno per gli oltre 7.000 mila interventi di manutenzione ordinaria sono stati spesi più di 4 milioni e 600 mila euro (+31%), mentre per i 2.700 di straordinaria ha segnato un boom con 10 milioni di euro stanziati (+300%).

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium