/ Cronaca

Cronaca | 25 gennaio 2020, 14:23

"Spegniamo la guerra, accendiamo la pace": flash mob in piazza Castello e distrutte armi di carta [FOTO]

Nell'occasione gli organizzatori hanno ribadito la solidarietà verso le popolazioni vittime delle guerre e delle dittature

"Spegniamo la guerra, accendiamo la pace": flash mob in piazza Castello e distrutte armi di carta [FOTO]

 Bombe a mano, pistole, mitra e kalashnikov di carta distrutti o accartocciati per protestare simbolicamente contro la guerra. È il flash mob, andato in scena questa mattina in piazza Castello a Torino, per la "Giornata di mobilitazione internazionale per la pace". Slogan dell'iniziativa - promossa nel capoluogo piemontese tra gli altri dalla Cgil, dall'Acli, dal Pd, dal Centro Studi Sereno Regis e Ufficio Pastorale Migranti - "Spegniamo la guerra, accendiamo la pace". 

"A seguito degli ultimi gravissimi fatti accaduti in Medio Oriente, - spiega il volantino distribuito questa mattina  - vogliamo ribadire la solidarietà verso le popolazioni vittime di tutte le guerre e tutte le dittature, di affermare il ripudio verso la guerra come sancito dall’articolo 11 della Costituzione e verso ogni azione corresponsabile del perpetrarsi di queste forme di violenza contro l’umanità".

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium