/ Sanità

Sanità | 29 gennaio 2020, 13:05

Rivoli e Pinerolo: i casi di ictus trattati a meno di un’ora dall’arrivo in Pronto soccorso

Gli ospedali dell’Asl To3 nel 2019 hanno fronteggiato 118 casi di cui 81 il nosocomio rivolese che si conferma primo del Piemonte

L'ospedale di Rivoli

L'ospedale di Rivoli

Sono 118 i pazienti colpiti da ictus trattati in fase acuta dagli ospedali dell’Asl To3 di Pinerolo e Rivoli. I medici della neurologia hanno seguito i pazienti entro 1 ora dall’arrivo al pronto soccorso. E in questi casi la tempestività è un fattore determinante, perché, se si interviene con terapia trombolitica entro 4 ore e 30 minuti dall’esordio dei sintomi, si riducono nettamente il tasso di invalidità e il rischio di decesso.

Per la precisione i casi trattati a Rivoli sono stati 81 e questo numero lo riconferma al primo posto in Piemonte per casi trattati con terapia trombolitica, mentre Pinerolo ne ha affrontati 37.

«L’organizzazione interna, che prevede la collaborazione multidisciplinare fra le diverse strutture, ha permesso di migliorare nell’intervento tempestivo, di ridurre i ricoveri e di diminuire in misura significativa il numero di decessi, di circa il 50% negli ultimi tre anni» è il commento del direttore generale dell’Asl To3 Flavio Boraso.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium