/ Attualità

Attualità | 17 febbraio 2020, 10:35

Settimo al Tg3: Carnevale, Ecomuseo e biblioteca i protagonisti del servizio

Nel corso della diretta sono intervenute Marianna Sasanelli, responsabile dell'Ecomuseo, e la sindaca Elena Piastra

I personaggi del Carnevale di Settimo che sono intervenuti durante il servizio del Tg3 regionale

I personaggi del Carnevale di Settimo che sono intervenuti durante il servizio del Tg3 regionale

Settimo Torinese protagonista dell'edizione locale del Tg3. Sabato sera, 15 febbraio, la città è stata infatti ospite del "Tg Itinerante", una rubrica del telegiornale che ha come scopo quello di far conoscere il territorio piemontese.

Il corrispondente Gabriele Russo, in diretta dall'ultimo piano dell'Ecomuseo del Freidano, ha parlato del Carnevale insieme ai suoi personaggi principali, la Bela Lavandera ed il Gran Priore, impersonati, quest'anno, da Giulia De Robertis e Franco Tiepido."Per Settimo il Carnevale è importante - ha detto il Gran Priore -. Parte da lontano e si è ripreso tantissimo e di anno in anno miglioriamo sempre di più". Nel corso della diretta, è intervenuta anche Marianna Sasanelli, responsabile dell'Ecomuseo. "In questa sala ci troviamo nel museo etnografico in cui sono esposti gli oggetti legati alla storia del territorio legato agli antichi mestieri che sono sorti lungo il rio freidano, come l'attività di lavanderia, la lavorazione dell'osso, delle penne, delle fornaci". Poi spiegando il perchè della scelta di utilizzare il termine  "ecomuseo" ha aggiunto: "E' un museo che guarda al territorio e quindi del rio freidano, il pripale canale del territorio. Grazie alle sue acque sorsero tante attività, tra cui i mulini". 

Quindi è intervenuta la sindaca Elena Piastra che ha parlato degli altri luoghi simbolo  dal punto di vista culturale di Settimo: "Il luogo per eccellenza che nasce sulle ceneri della vecchia fabbrica Paramatti è la biblioteca più grande del Piemonte, la biblioteca Archimede, che conta più di mille ingressi al giorno. Un altro luogo simbolo su cui stiamo lavorando e nei prossimi mesi riaprirà in tutta la sua forza sarà è la fabbrica Siva, dove Primo Levi ha lavorato per 23 anni". 

a.g.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium