/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 17 febbraio 2020, 17:34

Taglio delle fermate e priorità semaforica, a Torino i tram "guadagnano" 3 minuti

Critica la capogruppo Scanderebech:"A Torino il tempo medio per raggiungere la propria destinazione è di 41 minuti: Venezia, Firenze e Palermo più virtuose"

Taglio delle fermate e priorità semaforica, a Torino i tram "guadagnano" 3 minuti

A Torino tram più veloci con la priorità semaforica e taglio delle fermate. I due provvedimenti adottati dalla giunta Appendino hanno infatti permesso di ridurre, come ha spiegato in Sala Rossa l’assessore ai Trasporti Maria Lapietra in risposta alla capogruppo di Rinascita Torino Federica Scanderebech, da uno a tre minuti i tempi di percorrenza a corsa dei mezzi su rotaia.

Dal 1° dicembre 2019 sono poi state soppresse 30 fermate di bus e tram, pari al 6% delle 453 totali.

Da una prima analisi – ha spiegato Lapietra – effettuata a dicembre 2019, rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, emerge che ci sono stati miglioramenti. Nello specifico le linee 4 e 9 hanno guadagnato due minuti, la 10 circa tre minuti, i tram 15 e 16 un minuto e il 13 più di due minuti”.

Sulla possibilità che il 18 torni ad essere gestita con tram, l'esponente della giunta Appendino ha spiegato come da Porta Nuova a sud la linea viaggi in parallelo alla metropolitana. In direzione nord invece è prevista la futura metro 2: nei prossimi mesi dovrebbe essere attivata poi una linea bus che ricalcherà questo percorso.

Sul fronte delle novità invece domani verrà presentato la nuova rete di trasporto pubblico urbano e sub-urbano che, come ha specificato l’assessore ai Trasporti, “permetterà di ridurre del 20% i tempi di attesa dei mezzi pubblico grazie all’aumento della velocità commerciale”.

Critica la capogruppo Federica Scanderebech, che ha osservato:”Torino, al pari di Asti, ha come tempo medio per raggiungere la propria destinazione con i mezzi pubblici ben 41 minuti”. “Città più virtuose -ha aggiunto - sono: Venezia, Firenze, Palermo, Bologna, Genova e Savona. E' evidente che se alcune di queste città grandi siano ben più virtuose, ne consegue che ci siano un vero problema a Torino, anche a seguito del dimezzamento delle fermate". "Del tutto inopportuno dichiarare superfluo il ripristino della linea 18 tramviaria, che fino alla fine dei lavori della metropolitana, sarebbe del tutto utile e indispensabili la sua riattivazione" conclude Scanderebech.

Cinzia Gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium