/ Cronaca

Cronaca | 24 febbraio 2020, 17:32

Coronavirus: il tribunale di Torino rinvia le udienze che coinvolgono lombardi e veneti

Chi lavora abitualmente nei distretti giudiziari e presenta una temperatura corporea pari o superiore a 37,5 gradi centigradi dovrà stare a casa

Coronavirus: il tribunale di Torino rinvia le udienze che coinvolgono lombardi e veneti

Le udienze che prevedono la partecipazione di persone provenienti da Lombardia e Veneto, zone focolaio del Coronavirus, saranno rinviate di almeno due mesi. È quanto deciso dal Tribunale di Torino per fronteggiare l’emergenza ed evitare un possibile contagio.

Il provvedimento è stato firmato dal procuratore generale Francesco Enrico Saluzzo e dal presidente della Corte d’Appello Edoardo Barelli Innocenti e specifica che alle parti provenienti dalle zone “focolai“ sarà interdetto l’ingresso al Palazzo di giustizia.

Inoltre, chi lavora stabilmente nelle strutture giudiziarie e riscontra una temperatura corporea pari o superiore a 37,5 gradi centigradi dovrà “astenersi dal presentarsi sul luogo di lavoro, contattando il proprio medico o le strutture sanitarie per le cure del caso, telefonando al numero verde della Regione Piemonte o ai numeri 1500 e 112”.

Marco Panzarella

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium