/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 24 febbraio 2020, 15:52

Ex Embraco, dai sindacati un esposto in Procura sulla vicenza Ventures Production

I rappresentanti dei lavoratori ritengono "ritengono che l’intera vicenda meriti l’esame della Procura della Repubblica per acclarare le presunte responsabilità anche penali degli amministratori, dei dirigenti e dei preposti delle società coinvolte"

Ex Embraco, dai sindacati un esposto in Procura sulla vicenza Ventures Production

Non sarà più "soltanto" una questione di posti di lavoro e di reindustrializzazione.

Dopo settimane di riflessione (le prime ipotesi in questo senso avevano cominciato a farsi strada già nei mesi scorsi) i sindacati metalmeccanici che rappresentano i dipendenti ex Embraco hanno deciso di depositare presso la Procura della Repubblica di Torino un esposto per informare i magistrati sull'intera vicenda della Ventures Production, la proprietà che è subentrata a Whirlpool per la gestione dello stabilimento di Riva di Chieri e che avrebbe dovuto accompagnare il sito produttivo a un rilancio, industriale e occupazionale.

Fim, Fiom e Uilm di Torino, assistite dai legali Vincenzo Martino, Stefano Nicola, Elena Poli e Massimo Pozza, ritengono che "l’intera vicenda meriti l’esame della Procura della Repubblica per acclarare le presunte responsabilità anche penali degli amministratori, dei dirigenti e dei preposti delle società coinvolte".

Quella ambientata a Riva di Chieri, infatti - e che purtroppo coinvolge circa 400 persone e le relative famiglie - è una vicenda paradigmatica. E che in un certo senso, se non farà storia, dovrà quantomeno fare da monito. "A dicembre scorso - ricordano i sindacati - dei 20 milioni di euro messi a disposizione da Embraco Europe (Whirlpool), che avrebbero dovuto essere utilizzati per la realizzazione del piano industriale mai neppure avviato, risulta “avanzata” la somma di 9.762.499 euro, senza che si conosca come sia stata utilizzata la rilevante differenza. Il tutto a fronte delle inchieste giornalistiche che hanno denunciato l’entità degli emolumenti corrisposti agli amministratori della Ventures e i costi delle consulenze “interne” delle quali non si conosce lo scopo e l’utilità".

I lavoratori ad oggi sono tutti sospesi in Cigs, che scadrà il prossimo mese di luglio. E aspettano ancora che vengano loro pagati gli stipendi che risalgono a dicembre, tredicesima compresa. Un finale ben diverso rispetto a quello che la nuova proprietà aveva annunciato al suo ingresso in scena, parlando addirittura di ipotetiche nuove assunzioni, di robottini per pulire i pannelli solari, di biciclette elettriche e via dicendo.

"Dall’esame dell’intera vicenda - dicono ancora Fim, Fiom e Uilm - appare come gli unici soggetti che hanno tratto vantaggi dall’operazione siamo stati, sotto un profilo direttamente economico, la Ventures e, sotto altro profilo, la stessa Embraco Whirlpool, che ha ottenuto l’assenso delle organizzazioni sindacali e dei dipendenti al trasferimento ad altro soggetto dei loro rapporti di lavoro, della cui responsabilità si è liberata".

"Come sindacati, insieme alle Rsu e ai legali, riteniamo che la vicenda meriti l’esame approfondito della Procura della Repubblica di Torino".

Massimiliano Sciullo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium