/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 25 febbraio 2020, 16:22

Veicoli elettrici: patto tra Politecnico e Dayco per progettare il motore di domani

L'accordo è stato firmato a San Bernardo di Ivrea, alla presenta del rettore Saracco e del ceo di Dayco Wiegert

Veicoli elettrici: patto tra Politecnico e Dayco per progettare il motore di domani

Se l'auto del domani diventerà realtà - elettrica ed ecosostenibile - una porzione di merito sarà anche torinese. E' stato infatti siglato nei giorni scorsi il patto tra Politecnico di Torino e Dayco, gruppo leader mondiale nella progettazione, produzione e fornitura di prodotti per motori nel settore automobilistico, industriale e dei ricambi, che hanno ampliato la loro collaborazione con l'obiettivo di sviluppare sistemi elettrici ibridi per i produttori di veicoli di tutto il mondo. L’accordo è stato siglato venerdì 21 febbraio 2020, con una cerimonia presso gli uffici di Dayco Europe a San Bernardo di Ivrea, dal Rettore del Politecnico, Guido Saracco, e dal CEO di Dayco, Joel Wiegert.

L’obiettivo dell’accordo tra Dayco e Politecnico è quello di fare ricerca sull’ibridazione dei sistemi e di sviluppare le innovazioni tecnologiche necessarie a supporto dei produttori di veicoli, affinché possano affrontare la transizione in maniera efficiente, pratica e sostenibile. La combinazione della ricerca del Politecnico sullo sviluppo di soluzioni per sistemi ibridi con la specializzazione e le competenze tecniche di Dayco riunisce gli elementi chiave per la riuscita di questi cruciali avanzamenti tecnologici.

“Siamo entusiasti di accrescere il nostro rapporto con il Politecnico di Torino. Questo nuovo livello di cooperazione porterà a soluzioni per i sistemi ibridi a vantaggio di un futuro sostenibile della mobilità, rivolto a tutti i nostri consumatori nel mondo”, ha dichiarato Joel Wiegert, CEO della Dayco.

“Partendo dalle consolidate aree di collaborazione con Dayco, abbiamo messo in campo una efficiente squadra interdisciplinare, che consentirà al nostro partner di sviluppare tecnologie di mobilità elettrificata,” ha concluso Guido Saracco, Rettore del Politecnico.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium