/ 

Che tempo fa

Cerca nel web

| mercoledì 28 giugno 2017, 16:00

A Torino una piattaforma in cui donare beni materiali, tempo e competenze a chi vive in difficoltà (VIDEO)

Partita la fase di sperimentazione del progetto 'Celocelo', sistema di reperimento e distribuzione di beni di prossimità di varia natura rivolto a persone e famiglie svantaggiate

A Torino una piattaforma in cui donare beni materiali, tempo e competenze a chi vive in difficoltà (VIDEO)

Una piattaforma informatica dove domanda e offerta di beni di prima necessità si possano incrociare. 'Celocelo' è un progetto che prevede la realizzazione e sperimentazione di un sistema di reperimento e distribuzione di 'beni di prossimità' di varia natura. Basato su una rete locale di enti no profit e servizi di prossimità, riduce al minimo l'impegno e i costi di natura logistica.

"Il progetto ha appena inaugurato la sua fase di sperimentazione", racconta Filippo Dionisio, membro del direttivo dell'Agenzia per lo sviluppo locale di San Salvario Onlus, associazione capofila dell'iniziativa: "Verrà prolungato il ciclo di vita degli oggetti, cedendoli a qualcuno che ne ha più bisogno. È anche una questione ambientale, poiché verranno ridotte al minimo le attività di stoccaggio, immagazinamento e distribuzione centralizzata, e quindi di inquinamento".

"Mettiamo in contatto chi opera nel sociale con chi ha qualcosa da regalare!", cita il motto del progetto. Sulla piattaforma ognuno potrà donare beni di varia natura: cittadini e commercianti potranno offrire proprietà in disuso o in eccesso, mentre le associazioni culturali potranno regalare accessi gratuiti a corsi, spettacoli e laboratori.

Su "Celocelo" si potranno donare anche le proprie competenze, mettendo a disposizione il proprio tempo per aiutare chi vive situazioni di disagio. Beneficiari delle donazioni sono persone e famiglie svantaggiate, sia in una condizione di marginalità cronica, sia in un momento di difficoltà passeggera. "Celocelo si inserisce perfettamente nei nostri progetti tesi a lottare contro la povertà", ha affermato Daniela Gregnanin, coordinatore Inclusione Sociale dell'area Politiche Sociali della Compagnia di San Paolo, sostenitore del progetto nell'ambito del bando 'Fatto per Bene': "Siamo fieri dell'iniziativa, una grandiosa occasione per fare la differenza".

Federica Cucci

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore