/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Selezioniamo collaboratori ambo i sessi di età min. 23 anni, per lo sviluppo del mercato di sanità integrativa per...

PER NEGOZIO SITO AD ORBASSANO CERCASI LAVORANTE CON ESPERIENZA NEL SETTORE NO PERDITEMPO.

Fittasi bilocali 2+2 settimana di carnevale al Villaggio Olimpico

Mansardato di 105 mq al 2° piano di villa privata in contesto elegante e famigliare, composto di ampio soggiorno con...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | martedì 09 febbraio 2016, 18:30

Al via il procedimento autorizzativo della variante localizzativa al collegamento elettrico Italia – Francia

L’interconnessione garantirà maggiore sicurezza della rete nazionale ed europea generando un risparmio in bolletta per 150 milioni di euro

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha avviato oggi il procedimento autorizzativo della variante localizzativa al collegamento elettrico Italia – Francia che con i suoi 26 Km di cavi interrati in corrente continua, interesserà la SP/SS 24 tra Bussoleno e Salbertrand.  

L’interconnessione Italia - Francia (“Piemonte - Savoia”), è un progetto unico al mondo per le soluzioni ingegneristiche, tecnologiche e ambientali utilizzate che prevede la realizzazione di 190 km di linea (95 km in Italia e 95 km in Francia), per collegare le stazioni elettriche di Piossasco (Italia) e Grand’Ile (Francia).

L’opera consentirà di aumentare del 60% la capacità d’importazione di energia elettrica dalla Francia verso l’Italia, garantendo una maggiore sicurezza della rete nazionale e la riduzione del problema delle congestioni di rete tra gli stati europei (cioè i “colli di bottiglia”, ove il flusso di energia risulta superiore alle capacità di transito) nonché  una riduzione del costo delle bollette per cittadini e imprese di circa 150 milioni di euro l’anno, grazie alla  riduzione del prezzo dell’energia sul mercato elettrico in Italia.

CS

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore