/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Grazioso dotato di ogni comfort, soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, seconda camera con letto a...

Appartamento trilocale mansardato, ristrutturato completamente, due balconi due lucernari grandi, in zona tranquilla...

Esperto cambio stampi su presse a iniezione stampaggio materie plastiche

(IM) vicinissimo piazza del mercato ampio monolocale mq 35 luminoso con parete mobile per separare zona cucina/notte,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | martedì 02 febbraio 2016, 19:08

Alla Cavallerizza Reale inaugurazione dell'Anno Accademico Cus Torino

Foto: ansa

In una gremita Aula Magna alla Cavallerizza Reale, è stato inaugurato l'Anno Accademico Sportivo 2016.

Alla cerimonia per i 70 anni dell'ente, hanno partecipato, oltre al presidente cussino Riccardo D’Elicio nei panni di padrone di casa, i rettori di Università e Politecnico Gianmaria Ajani e Marco Gilli, il presidente nazionale del Cusi Lorenzo Lentini e il presidente del Consiglio regionale del Piemonte Mauro Laus.

Fassino ha reso omaggio alla grande tradizione agonistica della città, dalle Olimpiadi 2006 ai World Masters Games 2013, fino a Torino capitale europea dello sport 2015 e ai prossimi eventi in agenda, a partire dal girone preolimpico di basket della prossima estate e i mondiali di volley 2018.

“L’attività fisica è parte fondamentale della vita di una persona e di una comunità – ha aggiunto il sindaco - ecco perché investire nello sport significa anche investire nel futuro delle persone e delle famiglie. Sono elementi che influiscono direttamente sulla vivibilità e sulle potenzialità di crescita di un territorio”.

Fra le richieste emerse dalla mattinata cussina spicca l’esigenza di fondi e di politiche per lo sport, coinvolgendo scuole e università anche per renderle più attrattive nei confronti degli studenti stranieri, da sempre molto più interessati allo sport di quanto accada in Italia.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore