/ Attualità

Attualità | 13 novembre 2018, 18:45

Basta violenza sulle donne! Torino lancia la campagna social #iocisono

Con il sostegno della Regione e di ATC, l'iniziativa vuole scuotere le coscienze in vista del 25 novembre, Giornata internazionale contro questa piaga

Basta violenza sulle donne! Torino lancia la campagna social #iocisono

#iocisono, con tanto di hashtag davanti. È la nuova campagna di opinione che parte da Torino per contrastare la violenza di genere e che vede troppo spesso le donne nel mirino.

Un'iniziativa che, al fianco dei promotori (come gli autori di "Non sono come tu mi vuoi", Carmela Francesca Longobardi e Stefano Peiretti e alcuni attivisti torinesi del movimento LGBT), vede anche istituzioni come la Regione e ATC. E che ha in Stefano Francescon il coordinatore a livello nazionale.

La sfida, dunque, è quella di popolare i social con fotografie e selfie con lo slogan "#iocisono", per ricordare alle donne "che non sono mai sole e che possono sempre chiedere aiuto", spiegano gli organizzatori. Mentre oggi i numeri dicono che soltanto il 10% delle donne vittime di violenza denuncia, proprio per timore di sentirsi sole e isolate.

La campagna comincia oggi e si prepara a invadere i social network, in attesa del 25 novembre, che è la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne. "Questo tam tam ci accompagna in un cammino per ricordare alle donne che non sono mai sole e che si concluderà al Piccolo Regio con un concerto dei Syndone e con la partecipazione di donne che con la denuncia sono riuscite a tornare a vivere", dice Monica Cerutti, assessore regionale alle Pari Opportunità.

Per quanto riguarda l'azione di Atc del Piemonte Centrale, con 30 mila appartamenti di edilizia sociale della Città metropolitana torinese che amministra, l'ente promuove iniziative per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne: "Abbiamo realizzato il posto occupato, dedicato a una donna vittima di violenza, all’interno del nostro Salone al Pubblico, abbiamo ricordato le troppe vittime del femminicidio indossando cartellini con le loro fotografie lo scorso 25 novembre, abbiamo inaugurato due panchine rosse, all’interno dei giardini di due case popolari, in via San Massimo e corso Mortara, cui si aggiungerà, nei prossimi giorni, la panchina di fronte al palazzo che ospita la nostra sede di corso Dante", dice Daria Burzio, presidente CUG ATC.
"E ancora, abbiamo istituito un punto informativo antidiscriminazione all’interno del nostro Ufficio Relazioni con il Pubblico, cui possono rivolgersi tutti quegli utenti che si siano sentiti discriminati nel trattamento ricevuto mentre per i dipendenti c’è la consulenza periodica della consigliera di fiducia, cui rivolgersi se si ravvisano discriminazioni sul luogo di lavoro".

Massimiliano Sciullo

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium