/ Cronaca

Cronaca | 19 maggio 2019, 10:14

Spacciavano per vino di alta qualità le bottiglie da supermercato: un arresto per truffa

Un piano studiato nei minimi dettagli e che, se fosse riuscito, avrebbe permesso ai malviventi di raggranellare una bella cifra, spacciando per pregiati dei rossi da 15 euro

Spacciavano per vino di alta qualità le bottiglie da supermercato: un arresto per truffa

La tattica rasentava la perfezione. Un piano studiato nei minimi dettagli e che, se fosse riuscito, avrebbe permesso ai malviventi di raggranellare una bella cifra, spacciando per vini pregiati delle bottiglie di rosso comprate nei supermercati.

Una donna ha chiamato il ristorante: "Buonasera, vorrei prenotare un tavolo per domani sera. Visto che vorrei bere del vino speciale, dovreste ritirare sei bottiglie dal mio fornitore di fiducia (costo 420 euro). Se avete carta e penna le lascerei i riferimenti, in modo tale da potervi poi mettere d'accordo su consegna e modalità di pagamento. Poi domani sera sistemiamo tutto al termine della cena". Una telefonata, quella ricevuta da un ristorante torinese del quartiere San Salvario,  che ha insospettito e non poco i titolari, che hanno subito chiamato i carabinieri.

I militari della Stazione San Salvario hanno escogitato la trappola, architettando l'incontro. E così, nel ristorante è arrivato il presunto fornitore. Ad attenderlo i carabinieri, vestiti da camerieri. Appena si sono fatti consegnare le 6 bottiglie, pagando ben 420 euro, è scattato il blitz. Le bottiglie valevano 15 euro.

Gennaro Vilardi, 52 anni, nato in provincia di Napoli e residente in provincia di Como è stato arrestato per truffa. L’uono è già stato denunciato e arrestato per lo stesso reato. E ora è caccia alla donna misteriosa che organizza la truffa tramite la telefonata ai diversi locali, così come riscontrato  dalle indagini dei carabinieri. Le indagini sono ancora in corso.

m.d.m.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium