/ Cronaca
Estate 2020 ad Abano Terme: intervista al sindaco Federico Barbierato

Salute e natura, cultura ed enogastronomia: sono questi i pilastri della proposta a "Km 0" del Comune di Abano Terme per l'estate 2020. Che tipo di vacanza verrà offerta? Come verranno accolti i turisti? Ne parliamo con il sindaco, Federico Barbierato

Pubblicato da Torino Oggi su Martedì 5 maggio 2020

Cronaca | 05 giugno 2019, 22:12

CasaPound in corso Cosenza contro i nomadi, la replica antifascista: "Organizziamo doposcuola per i figli" (FOTO)

Al presidio del gruppo di estrema destra questa sera ha risposto il comitato spontaneo di cittadini che da mesi cerca di integrare le famiglie rom

CasaPound in corso Cosenza contro i nomadi, la replica antifascista: "Organizziamo doposcuola per i figli" (FOTO)

Sono una cinquantina, tra militanti e residenti, le persone presenti questa sera al presidio organizzato da CasaPound ai giardini "Ferruccio Novo" di corso Cosenza. Una manifestazione ancora uova volta contro la presenza dei camper di nomadi nel parcheggio, secondo il responsabile provinciale del movimento Matteo Rossino "causa di degrado continuo".

"I cittadini ci hanno ricontattato - spiega - perché i camper sono aumentati, e con essi il disagio. Siamo l'unica voce politica che dà ascolto alle loro richieste; tanti si lamentano di venire importunati dai nomadi quando camminano nel parco la sera. Ma alla sindaca Appendino non importa, e continua a difenderli. Noi non abbiamo intenzione di mollare finché non vedremo il ripristino dell'ordine e del decoro in tutti i quartieri della nostra città”.

In contemporanea, dall'altro lato del parco, si sono ritrovati alcuni cittadini - famiglie, ragazzi e adulti - riuniti nel comitato spontaneo che va sotto lo slogan di "Santa Rita antifascista". Un sit-in di protesta pacifica animato da musiche e cibarie, su cui svetta la bandiere dell'Anpi della sezione "Nizza-Lingotto".
"Con pretesti ridicoli CasaPound ancora una volta prova a seminare odio e razzismo nel quartiere - spiegano i referenti -. Se al giardino di corso Cosenza si può parlare di una stazione problematica, questa riguarda in primo luogo le famiglie rom, alle quali il Comune non intende assegnare un'area attrezzata nonostante le reiterate richieste".

Ma, proprio negli ultimi mesi, gli aderenti a questo gruppo solidale hanno deciso di unirsi per creare una rete di collaborazione con i nomadi, coinvolgendoli in iniziative sociali come la caccia al tesoro lo scorso Carnevale e il pranzo del 25 aprile. Domani si terrà nel giardino una festa di fine anno scolastico con merenda condivisa e giochi acquatici, che coinvolgerà gli alunni della "Don Milani" e le famiglie rom.

Inoltre, per il prossimo anno, il comitato vorrebbe organizzare un servizio di doposcuola popolare per supportare i bambini del quartiere. Ogni lunedì, alle 18.30, nel giardino di corso Cosenza sarà presente un punto informativo dove richiedere informazioni, così come alla cartoleria "CartOliva" di via Gorizia 177.
Tra i sostenitori dell'iniziativa, anche alcuni genitori della scuola "Vidari" a rischio chiusura - in favore della quale è intervenuto anche l'arcivescovo Cesare Nosiglia la scorsa settimana - e gli abitanti di corso Allamano, che hanno contestato qualche mese fa l'apertura della nuova sede della Legio Subalpina.

Entrambi i presidi, sorvegliati da un folto schieramento di polizia, si stanno svolgendo senza tensioni. Alcuni abitanti della zona avevano  presentato in Comune una petizione per richiedere lo sgombero dei camper, ma con esito negativo.

Manuela Marascio

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium