/ 

In Breve

| 18 dicembre 2019, 09:00

La Juve di scena sul campo della Samp, Sarri mette nel mirino i tre punti: "Ci vuole una prestazione di grande livello"

Alle 18.55 bianconeri in campo al "Ferraris" di Genova nell'anticipo pre Supercoppa: il tecnico toscano valuta se riproporre insieme CR7, Dybala e Higuain

Cristiano Ronaldo guiderà l'attacco bianconero in quel di Genova

Cristiano Ronaldo guiderà l'attacco bianconero in quel di Genova

"La Samp viene da un periodo brutto, ma ha ritrovato entusiasmo con la vittoria nel derby. Le squadre di Ranieri sono sempre difficili da affrontare, ci dobbiamo aspettare una partita difficile: ci vuole una prestazione di grande livello per portare a casa i tre punti". Maurizio Sarri ha presentato così la sfida che attende la sua Juventus quest'oggi sul campo della Sampdoria (ore 18.55, arbitro Gianluca Rocchi di Firenze).

A pochi giorni dal successo sull'Udinese, Bonucci e compagni affrontano la trasferta di Genova per chiudere il 2020 al vertice della classifica dopo l'aggancio di domenica scorsa ai danni dell'Inter. Contro i blucerchiati confermata l'assenza di Szczęsny dalla formazione titolare: "Giocherà Buffon - ha dichiarato alla vigilia il mister bianconero - per Szczęsny si tratta di una piccola elongazione al muscolo pettorale. Se si rivedranno nuovamente insieme Cristiano Ronaldo, Dybala e Higuain? Non lo so, voglio vedere le condizioni dei giocatori. In linea generale i nostri attaccanti stanno tutti bene, abbiamo giocatori che si stanno reinserendo dopo l’infortunio, come Douglas Costa e Ramsey, valutiamo con i dottori e decidiamo".

A centrocampo dovrebbe nuovamente trovar spazio Rabiot, affiancato da Pjanic e probabilmente Matuidi: "Rabiot è un giocatore in crescita, che lascia la sensazione di poter giocare ancora - il pensiero di Sarri - a Matuidi si sta chiedendo un sacrificio: spende tantissimo durante le partite, devo capire come sta".

All'orizzonte la Supercoppa Italiana da giocare contro la Lazio che, rispetto ai campioni d'Italia, riposerà di più in vista della gara in programma domenica 22 dicembre in Arabia Saudita: "Mi dicono che sono uno che si lamenta, il calendario è questo e va bene così - ha fatto sapere a tal proposito il tecnico toscano - Se c’è stato un errore è a monte, far giocare la Lazio di lunedì. Però le scelte sono queste".

Inevitabile, inoltre, un commento sul sorteggio di Champions League che agli ottavi ha designato il Lione come avversario della Vecchia Signora: "In questo momento mi interessa zero - ha confidato l'allenatore juventino - si gioca tra 70 giorni e in mezzo ci sono il mercato e una quindicina di partite. Le valutazioni lasciano il tempo che trovano: la grande paura era il Real Madrid, evitato quello tutto il resto ci poteva andare bene. Un ottavo è però sempre una partita difficile".

In conclusione, una riflessione sul mondo Juve dopo i primi mesi in bianconero: "L’impressione è quella di una società forte e presente con una grandissima mentalità - ha chiosato l'ex trainer di Napoli e Chelsea - questa è una spinta continua a dare il meglio, non per pressione ma anche per esempio di abnegazione e volontà. È un qualcosa che quando ci vivi dentro lo trasmetti".

 

PROBABILI FORMAZIONI

SAMPDORIA (4-4-2): Audero; Murillo, Ferrari, Colley, Murru; Depaoli, Thorsby, Linetty, Jankto; Quagliarella, Gabbiadini.

ALLENATORE: Claudio Ranieri.

 

JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Rabiot, Pjanic, Matuidi; Dybala; Higuain, Cristiano Ronaldo.

ALLENATORE: Maurizio Sarri.

Roberto Vassallo

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium