/ Eventi

Eventi | 13 gennaio 2020, 15:34

Dopo oltre quindici anni, a Cumiana torna la sfilata di Carnevale

Domenica 26 gennaio attesi oltre 1.000 figuranti. Venerdì 24 la consegna delle chiavi della città al Frutasè e alla Frutasera

Dopo oltre quindici anni, a Cumiana torna la sfilata di Carnevale

A Cumiana torna il Carnevale. Non lo si vedeva da almeno una quindicina d’anni. In controtendenza rispetto alle altre città negli ultimi anni hanno annullato all’appuntamento con la festa in cui “ogni scherzo vale”, Cumiana riprende la tradizione, rispettando così la ferma volontà della nuova Amministrazione di rispolverare alcune iniziative legate al folclore locale. 

«Stiamo cercando di programmare eventi che hanno caratterizzato la storia della nostra comunità - commenta il sindaco Roberto Costelli -. Sia per ricreare un forte spirito di comunità sia per consentire al nostro Comune di riprendere un ruolo di protagonista nell’ambito del Pinerolese. Il 2020 sarà un anno di grandi iniziative proprio in questo senso». 

L’appuntamento sarà domenica 26 gennaio dalle 14 con partenza dei carri allegorici da piazza Grande Torino e arrivo in piazza Martiri 3 Aprile. 

Il Comune ha iniziato a fare investimenti per l’occasione da settembre 2018, ottenendo dei piani sicurezza per l’organizzazione di eventi in luoghi pubblici oltre a un finanziamento per il corso di sicurezza a rischio elevato a cui hanno preso parte diversi operatori dell’Aib e impiegati comunali. «Per l’organizzazione del Carnevale  - spiegano dall’Amministrazione - è stata adottata la massima collaborazione tra funzionari comunali, polizia e ufficio tecnico, tutti insieme ci siamo coordinati per capire dove porre i blocchi stradali, i transennamenti e in generale come regolare la viabilità. La Protezione civile e la Polizia municipale si occuperanno inoltre di alternare l’apertura e la chiusura delle vie secondarie e dei parcheggi per il passaggio dei carri». 

Saranno chiuse al traffico via Pugnani, via Boselli, via Provinciale e piazza Martiri 3 Aprile, la piazza centrale davanti al Comune dove si fermeranno i cinque carri ospiti della sfilata: Scalenghe, Roletto, Luserna San Giovanni, Racconigi e Piobesi Torinese. Ad animare la festa saranno oltre 1.000 figuranti cui aprirà loro il passaggio per le strade della città la banda cittadina insieme alle due maschere simbolo del carnevale cumianese, il “Frutasè” e la “Frutasera”, rispettivamente il fruttivendolo e la fruttivendola. «Cumiana non ha ancora un proprio carro, speriamo che questo ritorno della tradizione possa essere da stimolo per un gruppo spontaneo per il prossimo Carnevale 2021». 

I cumianesi che indosseranno le maschere carnevalesche saranno svelate venerdì 24 gennaio durante il mercato cittadino quando, come da tradizione, riceveranno le “chiavi della città” da parte del primo cittadino. I due personaggi nei loro costumi tipici di inizio ’900 faranno poi visita nelle scuole, negli asili e nelle case di riposo. 

E se qualcuno si chiede perché proprio “Frutasè” e “Frutasera” occorre fare un salto nel passato e ricordare quando Cumiana era un importante centro di produzione e di vendita di mele. «A inizio Novecento la città era ricca di campi di mele, tutti le coltivavano. Perciò il simbolo del Carnevale è proprio un cesto di vimini ricolmo di questo frutto». 

Al termine della sfilata, maschere, figuranti e carri faranno sosta in piazza Martiri 3 Aprile dove sarà possibile per grandi e piccini gustare anche una merenda a pagamento preparata dalla Pro loco di Cumiana. 

Chiara Gallo

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium