/ Settimo

Settimo | 20 gennaio 2020, 08:44

Crisi Olististem: domani sciopero dei lavoratori e presidio al grattacielo San Paolo

A causare le azioni sindacali la decisione di affittare un ramo d'azienda alla Innovaway

Crisi Olististem: domani sciopero dei lavoratori e presidio al grattacielo San Paolo

Sciopero domani, martedì 21 gennaio, per i lavoratori di Olisistem Start, l'azienda di Settimo Torinese da mesi in lotta per il posto di lavoro. A causare lo sciopero, a detta dei dipendenti e del sindacato Fim - Cisl, è, tra le altre cose, la decisione di affidare uno dei rami, con commesse Banca intesa San Paolo, all'azienda Innovaway. "Come primo atto ha dichiarato di voler ridurre la retribuzione di oltre 100 euro al mese a 150 lavoratori, da più anni impegnati sulle stesse commesse, che frutterebbe un guadagno per le casse di questa nuova azienda, con questa semplice e deplorevole operazione sulle retribuzioni, di circa 150 mila euro all’anno", dicono in un comunicato stampa i sindacati. I lavoratori coinvolti, a livello nazionale, sono 360, ma la maggior parte si trova a Settimo. 

"Chiediamo a Intesa San Paolo - continuano - di impedire questo abuso sui lavoratori da più anni impegnati con professionalità sui servizi alla Banca, sospendendo l’assegnazione delle commesse ad Innovaway fino a che non vi siano le condizioni che il cambio appalto in affitto avvenga con tutte le garanzie di mantenimento degli attuali diritti per i lavoratori. Se passa oggi il taglio dei salari per 150, domani nulla impedirà a questa azienda di modificare in peggio, a tutti, altre condizioni normative ed economiche. Inoltre, come già anticipato da Innovaway, non vi è alcuna rassicurazione sulla futura piena occupazione". Domani mattina, oltre allo sciopero, i lavoratori faranno un presidio dalle 10 alle 12 davanti al grattacielo Intesa San Paolo a Torino.

Sul tema è intervenuta la consigliera regionale del M5s, Francesca FREDIANI: "Come avviene da anni, continuiamo a sostenere i lavoratori Olisistem che domani saranno in presidio sotto il Grattacielo Intesa Sanpaolo a Torino. Invitiamo la Giunta regionale a contattare i vertici dell'istituto di credito affinché non permettano il taglio di 100 euro al mese ai 150 lavoratori Olisistem Start di Settimo Torinese. L'istituto bancario non può avallare un'operazione del genere connessa a proprie commesse affidate ad Innovaway che, a sua volta, ha affittato il ramo d'azienda di Olisistem". 

"Tutto ciò è inaccettabile e si tratterebbe dell'ennesima ingiustizia subita dai lavoratori Olisistem che da troppi anni fanno i conti con una dirigenza che ha alle spalle una lunga serie di scorrettezze. Da tempo invitiamo la Regione Piemonte a contattare direttamente le aziende che hanno commesse con Olisistem per sensibilizzarle sulle condizioni di lavoro dei dipendenti. Visto l'immobilismo delle istituzioni regionali, due anni fa, abbiamo addirittura scritto una lettera direttamente alla dirigenza Sanpaolo" ha poi concluso Frediani. 

a.g.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium