/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 02 marzo 2020, 16:34

Tutto il bello di Torino in 40 secondi: contro il Coronavirus, #Torinomustgoon

L'iniziativa vede protagonista Federalberghi Torino, Gruppo Turistico Alberghiero - Unione Industriale di Torino, Assohotel e Camera di commercio di Torino per rilanciare l'immagine del capoluogo piemontese. E anche Coldiretti lancia la sua iniziativa #lacampagnanonsiferma

Tutto il bello di Torino in 40 secondi: contro il Coronavirus, #Torinomustgoon

Un video per combattere la paura e rilanciare gli stereotipi al mittente. Uno slogan che appartiene a una delle hit dei Queen e soprattutto un messaggio chiaro: Torino non rinuncia alla sua vocazione turistica e aspetta i visitatori.

Si chiama #Torinomustgoon l'iniziativa che vede unire le forze le associazioni di categoria del comparto turistico-ricettivo - Federalberghi Torino, Gruppo Turistico Alberghiero - Unione Industriale di Torino, Assohotel – insieme alla Camera di commercio: un video emozionale per invitare i torinesi e i turisti a reagire al clima di paura generato dalla diffusione del Coronavirus in Italia.

Realizzato dalla società Immodrone, riassume in 40 secondi tutta la bellezza e i punti di forza di Torino per lanciare un messaggio positivo dopo una settimana caratterizzata dalla chiusura di musei, cinema, teatri, dal rinvio della partita Juventus-Inter e dalla pioggia di disdette nelle prenotazioni alberghiere.

E anche Coldiretti non sta con le mani in mano: gli agricoltori hanno lanciato #lacampagnanonsiferma per promuovere "la bellezza delle nostre aree rurali e la bontà dell’enogastronomia locale in questo momento di emergenza sanitaria".

“I necessari e tempestivi aiuti alle imprese vanno accompagnati da una iniezione di fiducia per combattere la psicosi e far ripartire il Paese e per questo la rete degli agricoltori di Campagna Amica ha avviato la mobilitazione social La campagna non si ferma con le testimonianze dirette degli imprenditori che stanno vivendo questo momento di difficoltà – spiegano Roberto Moncalvo presidente di Coldiretti Piemonte e Bruno Rivarossa Delegato Confederale –. La preoccupazione dei nostri operatori agrituristici è alta avendo già avuto disdette intorno al 60% ed essendo ormai alle porte le festività pasquali che segnano, solitamente, l’inizio della stagione. È importante quindi continuare a sostenere, anche in questa delicata fase, le nostre imprese che con il loro lavoro presidiano il territorio, valorizzano le eccellenze locali e danno quel valore aggiunto alla nostra regione tanto apprezzato a livello nazionale e internazionale”.

Massimiliano Sciullo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium