/ Politica

Politica | 03 marzo 2020, 07:00

Moncalieri, anche il M5S in campo per le elezioni: “Puntiamo a mantenere un presidio in Consiglio comunale”

Così Rita Longhin: “L’obiettivo è fare un controllo amministrativo sui soldi che verranno spesi dalla prossima giunta”. Una quindicina i candidati, il 20 marzo si conoscerà il nome di chi correrà per la poltrona di sindaco, dopo il voto attraverso la piattaforma Rousseau

Moncalieri, anche il M5S in campo per le elezioni: “Puntiamo a mantenere un presidio in Consiglio comunale”

Solo un mese fa sembrava sicura la scelta di non correre, figlia anche di un momento politico che, a livello nazionale, ha segnato un tracrollo del M5S nelle ultime tornate elettorali. Ed invece il Movimento 5 Stelle di Moncalieri presenterà una propria lista e un candidato sindaco per il voto amministrativo di primavera.

“Elezioni Moncalieri. Noi ci siamo”, come recita l’immagine che campeggia sulla pagina Fb del Movimento. Decisivo per sciogliere le riserve è stato l’esito della serata organizzata in città un paio di settimane fa, che ha visto una presenza di persone e di interesse che ha convinto gli esponenti locali della necessità di correre. La consigliera comunale Rita Longhin, assieme alla collega Barbara Fassone, sta lavorando in questi giorni per caricari i profili della quindicina di candidati che verranno sottoposti al vaglio della piattaforma Rousseau, per arrivare poi alla scelta del candidato sindaco che correrà a Moncalieri per il M5S.

“La lista è completa, ma bisogna ottemperare a quelle che sono le regole fissate dallo Statuto del Movimento, che vuole la presentazione del candidato sindaco sulla piattaforma Rousseau, a cui seguirà l'elenco dei candidati consiglieri. Il termine del 6 marzo è stato prorogato al 20 marzo, per allora dovranno essere tutti certificati”, ha spiegato la Longhin. “Il nostro obiettivo è mantenere un presidio in Consiglio comunale, lavoriamo per questo obiettivo”. 5 anni fa il Movimento era stato capace di arrivare al 15% delle preferenze, oggi appare improbabile un risultato del genere, ma Rita Longhin sottolinea che "anche se siamo consapevoli che sarà difficile raggiunger il risultato del 2015, ma rimaniamo convinti del nostro ruolo nel consiglio comunale”.

“L'attuale giunta ha avuto la possibilità di cambiare volto a Moncalieri, dopo un lungo periodo di immobilismo, dettato incapacità di gestione di giunte della stessa appartenenza politica. L'utilizzo dell'avanzo di bilancio, autorizzato dal primo governo Conte, ha permesso al sindaco Montagna di sfruttare la possibilità di restituire ai cittadini opere di cui la città aveva estremamente bisogno", ha aggiunto Rita Longhin.

"L'obiettivo del M5S per il prossimo mandato è mantenere un presidio in consiglio comunale per poter continuare ad esercitare il proprio controllo amministrativo come fatto finora. Dell'eventuale ballottaggio ci sarà tempo per parlare".

Massimo De Marzi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium