/ Attualità

Attualità | 13 marzo 2020, 14:00

200 pasti e 5.000 gel disinfettanti: la solidarietà delle aziende di Settimo

Gli agricoltori, invece, si sono messi a sanificare le strade della città

200 pasti e 5.000 gel disinfettanti: la solidarietà delle aziende di Settimo

Iniziative che fanno bene al cuore. Sono quelle messe in atto dalla popolazione di Settimo Torinese, impegnata nella lotta al coronavirus. "Raccontano bene come la città stia reagendo a questo periodo complicato", dice la sindaca Elena Piastra.

Succede così che gli agricoltori della città solitamente impegnati nello spalamento della neve e nel taglio dell'erba dei parchi più grandi inizino a sanificare tutte le strade. Acqua e disinfettante sparso in vie e vicoletti durante la notte. Sono partiti dalla zona Centro e Borgo Nuovo per poi proseguire in tutte le altre.

Ma non è finita qui. Un ristorante self-service che opera in un centro commerciale ha donato al Comune 200 pasti che verranno distribuiti alle persone che hanno più bisogno.

Inoltre, un' azienda internazionale nel settore della cosmesi con sede a Settimo ha deciso di donare 5.000 boccettine di gel disinfettante al Comune, che le distribuirà dando priorità alle persone più in difficoltà.

"Sono tre belle storie – commenta la sindaca Elena Piastra – che raccontano quanto la nostra comunità sia unita, della volontà di mettersi a disposizione per gli altri, di “donare” anche in un momento così difficile. Abbiamo tutti i giorni persone che ci scrivono perché vogliono fare qualcosa, vogliono mettersi a disposizione della comunità dando il proprio contributo. Abbiamo creato l’email volontarisettimo.emergenzacovid@gmail.com. Stiamo organizzando grazie a queste persone servizi come il presidio dei centri medici per evitare gli assembramenti o il supporto per acquisto di medicine o altro per gli anziani soli".

 

a.g.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium