/ Attualità

Attualità | 19 marzo 2020, 14:40

Settimo: grandi parchi chiusi al pubblico e spostamenti consentiti nel raggio di 300 metri per chi porta fuori il cane o pratica attività fisica

La decisione della sindaca Elena Piastra per cercare di contenere il contagio in città

Settimo: grandi parchi chiusi al pubblico e spostamenti consentiti nel raggio di 300 metri per chi porta fuori il cane o pratica attività fisica

Misure ancora più restrittive nel Comune di Settimo Torinese, per cercare di arginare la diffusione del coronavirus.

In un post su Facebook la sindaca Elena Piastra ha infatti annunciato la chiusura dei grandi parchi, mentre i cittadini potranno spostarsi per portare fuori il cane o praticare attività fisica solo nel raggio di 300 metri dalla propria abitazione.

"Negli ultimi due giorni abbiamo effettuato verifiche in tutta la città e mi sono confrontata con la Polizia Municipale - esordisce Piastra -. Molti settimesi stanno dimostrando senso di responsabilità e hanno capito che in questa fase delicata è fondamentale stare a casa, ma altri, troppi, purtroppo no. Questo anche a causa di alcune disposizioni del Decreto che non sono facili da controllare e che lasciano troppe “scappatoie”, ad esempio quelle relative ai bisogni dei cani o all’attività motoria, importante per il benessere fisico ma di sicuro molto meno importante della necessità assoluta di spezzare la catena dei contagi, che sta progredendo molto, troppo velocemente proprio a causa dell’autoindulgenza di alcuni cittadini".

Quindi la decisione. "Oltre alle aree gioco, chiusi anche i grandi parchi della città, luoghi dove troppo di frequente le persone si assembravano ignorando i divieti - informa -. L’accompagnamento dei cani per esigenze fisiologiche dell’animale dovrà avvenire entro il raggio di 300 metri dall’abitazione del proprietario, senza assembramenti e mantenendo la distanza di almeno un metro da altre persone. È vietato passeggiare e svolgere attività motoria a una distanza superiore a 300 metri dalla propria abitazione, senza assembramenti e mantenendo la distanza di almeno un metro da altre persone. Nei prossimi giorni proseguirà il presidio del territorio da parte delle forze dell'ordine e della protezione civile. Ricordiamo che si può uscire per motivi di salute, di lavoro e di stretta necessità, che va dimostrata compilando un'autocertificazione sui cui verranno fatti rigorosi controlli. Sono già partite denunce e sanzioni...". 

a.g.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium