/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 21 marzo 2020, 01:00

Il mappamondo si sgonfia: nel 2019 l'export piemontese è calato del 3,5%, mentre l'Italia corre

A trascinare il risultato verso il basso è stato soprattutto l'ultimo trimestre, che ha registrato addirittura un -5,2%. In calo di quattro punti anche le importazioni

Il mappamondo si sgonfia: nel 2019 l'export piemontese è calato del 3,5%, mentre l'Italia corre

Crollano le esportazioni nel corso del 2019. Un dato preoccupante (-3,5%) che spaventa ancora di più se si pensa che non subisce ancora alcun effetto di tutta l'emergenza Coronavirus esplosa solo in queste ultime settimane. E senza trascurare il fatto che le esportazioni italiane hanno registrato, nello stesso arco temporale, una crescita del 2,3%.

Secondo i numeri di Unioncamere Piemonte, nel corso dell'anno passato il valore delle esportazioni piemontesi si è attestato sui 46,6 miliardi di euro, registrando una contrazione del 3,5% rispetto al 2018. E a trascinare il risultato verso il basso è stato soprattutto l'ultimo trimestre, dove la performance è stata negativa addirittura per il 5,2%. Un dato che si è aggiunto alla flessione del 3,8% del primo trimestre, il -1,9% del secondo e il -3,2 del terzo.

Ma i segni di frenata si notano anche sul fronte delle importazioni: in questo senso, il 2019 ha registrato una flessione del 4% rispetto all’anno precedente; il valore dell’import piemontese di merci è dunque sceso a 32,5 miliardi di euro.

Il saldo della bilancia commerciale, pari a 14,1 miliardi di euro, resta, dunque, di segno positivo, in diminuzione rispetto all’anno precedente, quando si attestava a 14,3 miliardi.

"Il Piemonte risulta purtroppo l'unica, tra le principali regioni esportatrici italiane, a registrare nel 2019 una flessione delle vendite oltre confine. Una situazione già complessa, questa, a cui andranno ad aggiungersi le conseguenze provocate dalla diffusione del Covid-19 -  commenta Ferruccio Dardanello, vicepresidente vicario di Unioncamere Piemonte -. Come Camere di commercio del Piemonte faremo la nostra parte, individuando fin da subito misure a supporto delle imprese, soprattutto in tema di sostegno al credito e alla liquidità aziendale. Siamo certi che, finita questa emergenza, il nostro 'made in' non potrà che riprendere il suo cammino virtuoso fatto di qualità dei prodotti e capacità produttiva".

Massimiliano Sciullo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di TorinOggi.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium