Economia e lavoro - 30 marzo 2020, 10:55

Banca Alpi Marittime a sostegno del territorio colpito dal virus Covid-19

Cinquantamila euro a favore della Fondazione Azienda Ospedaliera Santa Croce e Carle Cuneo Onlus, oltre che all'Asl Cn1

Banca Alpi Marittime a sostegno del territorio colpito dal virus Covid-19

Banca Alpi Marittime ha stanziato un contributo di 25.000 euro per la Fondazione Azienda Ospedaliera S. Croce e Carle Cuneo Onlus e altrettanto all’Asl Cn1, per un totale di 50.000 euro.

La donazione servirà per l’acquisto di attrezzature necessarie ai reparti maggiormente interessati dall’emergenza, come le Unità Operative di Malattie Infettive e di Terapia Intensiva e per l’acquisto di dispositivi di sicurezza monouso, strumenti e materiali medicali.

Inoltre, anche Vicini Sempre, la Mutua Privata promossa da Banca Alpi Marittime ha voluto sostenere, in questo difficile momento, le attività della Fondazione Azienda Ospedaliera S. Croce e Carle Cuneo Onlus con una donazione di 20.000 euro.

Sul territorio Banca Alpi Marittime, in questo momento di crisi dovuta al diffondersi del Covid-19, sta continuando a far sentire la propria vicinanza ad Enti, Famiglie ed Imprese per affrontare e superare questa emergenza, fornendo direttamente il proprio sostegno.

Sono stati infatti donati 8.000 euro al Consorzio Socio-Assistenziale del Cuneese volti a coprire parzialmente le spese di acquisto di dispositivi di sicurezza per le quotidiane attività degli operatori ed è stato istituito un plafond di 10.000 euro da destinare ad eventuali richieste di contributo da parte di altri enti assistenziali del territorio.

Inoltre, ha erogato un contributo di 1.500 euro a favore della Confraternita di Misericordia di Cuneo – Onlus, volto all’acquisto di un sanificatore, che permetterà di disinfettare al meglio le ambulanze dopo i servizi svolti per poter evitare che il virus continui a proliferare. 

Per le famiglie e le imprese socie e clienti, la Banca è a completa disposizione per fornire gli strumenti per aderire a quanto previsto dal DL 18/2020 e quindi, nel caso in cui ci fosse necessità di attivare (avendone i requisiti regolamentari) la sospensione rate mutui PMI oppure mutui prima casa Famiglie.

Per tutta la durata delle criticità legate al Covid-19, è possibile effettuare la richiesta di sospensione a distanza, direttamente via telefono o tramite e-mail.  

Non è quindi necessario recarsi in filiale, così da poter garantire la miglior sicurezza dei dipendenti, dei soci e dei clienti.

Contestualmente, per far fonte alla situazione di grave emergenza che l'Italia sta vivendo, sostiene tutte le azioni volte a favorire la disponibilità di strutture, macchinari e attrezzature mediche. Pertanto, Banca Alpi Marittime, non riscuoterà alcuna commissione sui bonifici, o su qualsiasi altra forma di trasferimento fondi, disposti a favore della Protezione Civile sui conti correnti dedicati agli aiuti per l'emergenza COVID-19 e neppure su quelli a favore di altre donazioni previste ai fini di raccolte fondi (es. a favore degli IBAN ufficiali delle ASL e ASO delle zone di competenza) purché riportino nella causale COVID-19.

Infine, ha aderito con un contributo di 5.000 euro alla raccolta fondi a sostegno dell'iniziativa del Credito Cooperativo "Terapie intensive contro il virus. Le BCC e CR ci sono!", finalizzata a rafforzare le unità di terapia intensiva e sub-intensiva degli ospedali, e per l’acquisto di apparecchiature mediche, in coordinamento con il Ministero della Salute.

Chi fosse interessato a contribuire all’iniziativa del Credito Cooperativo, anche con una piccola somma, potrà farlo con bonifico all’ IBAN IT84W0800003200000800032006, indicando la causale “donazione per supporto emergenza Covid-19”.

I fondi verranno poi convogliati attraverso Iccrea Banca all’interno dell’iniziativa di sistema del Credito Cooperativo “Terapie intensive contro il virus. Le BCC e le CR ci sono!”.

Giovanni Cappa, Presidente della Banca Alpi Marittime: «Come banca sentiamo il dovere di sostenere concretamente il nostro territorio e le strutture sanitarie che, con tutto il loro personale, stanno affrontando questa emergenza con responsabilità, coraggio e dedizione. Con queste donazioni vogliamo dimostrare la  nostra gratitudine a quei medici, infermieri e personale sanitario che in ogni ospedale e laboratorio si impegnano senza sosta a combattere la malattia. Ma anche a tutti i volontari e le Associazioni/Enti che in questo delicato momento offrono il loro prezioso contributo».

«Anche i nostri dipendenti – aggiunge Piero Biagi, Direttore Generale della Bam - sono da settimane impegnati nelle filiali a garantire la disponibilità del servizio bancario e anche a loro vogliamo rivolgere un ringraziamento per la loro dedizione e per il senso di responsabilità che stanno dimostrando in questi difficili giorni».

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

SU