/ Speciale Coronavirus

| 02 aprile 2020, 17:32

La proposta di Merlo: «Usiamo Pracatinat per fronteggiare l’emergenza sanitaria»

La suggestione è quella di usare il secondo padiglione dell’ex sanatorio di Fenestrelle

La proposta di Merlo: «Usiamo Pracatinat per fronteggiare l’emergenza sanitaria»

Nel 1929 era nato come sanatorio per curare la turbercolosi. Ora il sindaco di Pragelato Giorgio Merlo propone un ritorno al passato per fronteggiare l’emergenza sanitaria del nuovo coronavirus: «Sarebbe una potenziale soluzione l’utilizzo del secondo padiglione del complesso di Pracatinat per ragioni sanitarie e mediche legate all’emergenza con cui dobbiamo convivere. Pensiamo, ad esempio, per i malati post Covid-19 e soprattutto per il periodo della cosiddetta “quarantena” o dell’autoisolamento, risolvendo problemi immani che si presentano di fronte a moltissime famiglie». E spiega: «Il riutilizzo di una struttura che originariamente svolgeva già un ruolo di assistenza e sanitaria e che, oggi, in un contesto sempre più drammatico ed emergenziale, potrebbe alleviare in parte le difficoltà e le criticità che quotidianamente ci sono».

Oggi il complesso è una struttura ricettiva di proprietà della Serra Alta immobiliare di Chivasso, ma questo sarebbe un problema risolvibile secondo Merlo: «In situazioni di emergenza e di enorme pressione del nostro servizio sanitario nazionale si possono trovare soluzioni, di carattere transitorio, adeguate e soddisfacenti per tutti. Anche e soprattutto su questo versante si può trovare una proficua e feconda collaborazione tra pubblico e privato».

Marco Bertello

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium