Economia e lavoro - 11 luglio 2019, 18:00

eSports: La Juventus torna in campo su Pes 2020

La fame di vittorie della Juventus non si placa, neanche quando gli stadi sono vuoti e le squadre non possono allenarsi

eSports: La Juventus torna in campo su Pes 2020

La fame di vittorie della Juventus non si placa, neanche quando gli stadi sono vuoti e le squadre non possono allenarsi. Se il calcio è fermo e le sfide per Champions e campionato sono rinviate a data da destinarsi a causa del CoronaVirus, i bianconeri si stanno mettendo in luce con il club virtuale. Esiste infatti una squadra che vince parallelamente rispetto a quella guidata in panchina da Maurizio Sarri e illuminata in campo dal talento di Cristiano Ronaldo, ovvero quella virtuale. A partire dallo scorso dicembre la Juventus eSports ha infatti cominciato a partecipare ad una serie di partite organizzate dalla Konami, la casa produttrice di PES 2020, lo storico videogioco che da decenni è diventato un vero punto di riferimento per gli appassionati di calcio su console. L'ambizione è stata dall'inizio quella di dominare, tanto che lo stesso Pavel Nedved ha messo la propria faccia nel giorno della presentazione dei player che hanno firmato un contratto da professionisti per il club campione d'Italia. Il tridente d'oro che gioca con e per la Juventus è composto da tre ragazzi considerati imbattibili da molti appassioni di PES 2020. Si tratta di Ettore Giannuzzi, Luca Tubelli e Renzo Lodeserto e i risultati descrivono più di tante parole il valore di questi tre ragazzi, che rappresenteranno i bianconeri anche nella prossima eSerie A, la versione virtuale del nostro campionato. Il tris d'oro è stato calato al completo in una recente doppia amichevole contro il Bayern Monaco, avversario temibile che è stato però surclassato con un doppio successo: 4-1 nella prima partita e 2-0 nella seconda. Il protagonista dell'esibizione (anche se in questo caso non può vantare troppi meriti) è stato ovviamente Cristiano Ronaldo, giocatore al quale è difficile rinunciare considerando che anche il suo alias in PES 2020 è un giocatore dalle qualità (o meglio, statistiche) impressionati. Contro i tedeschi l'attaccante portoghese, comandato dai tre professionisti, si è preso la scena andando in gol quattro volte. Tripletta nel primo match, con Higuain e Lewandowski che hanno completato il risultato, e doppietta nella seconda sfida.

Ma chi sono questi tre giocatori che hanno dato una lezione ai colleghi del Bayern Monaco? Il più titolato e famoso di tutti è senza dubbio Ettore Giannuzzi, conosciuto online con il nickname "Ettorito". A chi capitasse di doversi confrontare contro di lui non si sorprenda se dovesse aumentare nettamente il livello di difficoltà. Giannuzzi ha già vinto due titoli mondiali, il primo nel 2011, il secondo nel 2018. Per lui in carriera anche un WESG Olympic e un mondiale COOP. Imprese che non sono sfuggite neanche alla prestigiosa rivista Forbes, che ha inserito il barese nella lista dei 100 under 30 più influenti d’Italia.

"Ettorito" fa coppia alla console già da molto tempo con Luca Tubelli, conosciuto invece come il "ildistruttore". Un nome che ricorda terribilmente il "Il Distruggitore", nemico numero dei Ghostbusters nel celebre film di Ivan Reitman e altrettanto temuto da chi se lo trova davanti in un torneo di PES, con successi notevoli sia a livello italiano che internazionale.

Ha invece scelto un soprannome più ironico il compagno di squadra Renzo Lodeserto, detto "LoScandalo". Anche lui ha già un'ottima carriera da professionista nel settore dei videogiochi e in questo 2019 è stato vicecampione europeo 3vs3. L'ultimo successo non è stato certo una sorpresa visto che Lodeserto si è imposto come campione italiano nel 2014 e nel 2015. Nel 2016 si è dovuto accontentare del secondo gradino del podio.

Photo credit @ juventus.com

Richy Garino

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

SU